Cerca

la rubrica

Vi presento la mia Top 11: le scelte di Flavio Cristofari

Settimo appuntamento con le parole e lo schieramento in campo dei protagonisti del torneo cadetto, tra aneddoti e tante partite vissute insieme

01 Maggio 2020

Cristofari nello spogliatoio dell'Indomita

Cristofari nello spogliatoio dell'Indomita

Cristofari nello spogliatoio dell'Indomita

E' uno degli attaccanti più prolifici del calcio laziale ma ha deciso di dire basta. Ha ascoltato il suo corpo, si è guardato intorno ed ha capito che lasciare, per quanto doloroso, sia la scelta migliore. Flavio Cristofari nel cuore di questa stagione ha deciso di chiudere con il calcio giocato. Un campionato che era iniziata sotto i migliori auspici, con diversi gol decisivi, poi un primo stop per infortunio. Il rientro da incorniciare con l'ingresso dalla panchina con gol e conquista del rigore che permisero all'Indomita Pomezia di superare il Sabaudia. E'stato proprio dopo questo match in cui era stato, come spesso accaduto, determinante che ha scelto di mollare. La sua personale Top 11 affonda quindi le radici in un calcio di qualche anno fa in cui "C'era maggiore qualità - afferma sorridendo sotto i baffi il bomber - adesso il livello è un po' calato, ma di calciatori bravi ne ho visti ed affrontati tanti. In porta scelgo David Papagna, con il quale ho vinto il campionato a Campoverde e che ha avuto una brillante carriera con maglie prestigiose come quella dell'Anzio. Da Anzio scelgo anche il terzino sinistro, Lorenzo Bernardi, mentre come coppia centrale punto su Claudio Colonnelli, con cui ho giocato anche a Guidonia in Serie D, e Daniele Ingiosi. A destra invece schiero un giocatore polivalente come Francesco Mazzarani. Il regista di questa squadra è senza dubbio Gianluca Flamini, in assoluto uno dei più forti nel ruolo ed ora al Nuova Florida come preparatore, affiancato da Danilo Martellacci e Beniamino Loreti. In attacco le scelte si complicano, perché ho avuto tanti bravi compagni. Le scelte però vanno su Flavio Corsetti e Tommaso Gamboni sugli esterni, con Mauro Venturi a guidare l'attacco, veramente un grande giocatore ed ora un ottimo allenatore (all'Albalonga). Per la panchina scelgo Aldo Panicci, con lui ho passato degli anni (5) splendidi e con il Lido dei Pini siamo davvero entrati in grande sintonia". 

Il 4-3-3 scelto da Flavio Cristofari


Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni