Cerca

Società

Ostiantica, Fabrizio Arabia resta nello staff tecnico

I propositi del collaboratore di Cerrai: "Trasmetteremo alla squadra la mentalità vincente"

17 Agosto 2020

Ostiantica, Fabrizio Arabia resta nello staff tecnico

Fabrizio Arabia

L’Ostiantica Calcio 1926 è lieta di comunicare che, nello staff tecnico della prima squadra per la stagione 2020/2021, ci sarà per il terzo anno consecutivo mister Fabrizio Arabia. Ecco l’intervista integrale:


Buongiorno mister, quanti anni sono che sei ad Ostiantica e cosa pensi dei progetti di questa nuova stagione dove sembra si voglia competere per provare a vincere il campionato?

“Questo sarà il mio terzo anno alla guida della Prima Squadra in collaborazione con Alberto Cerrai, precedentemente avevo lavorato per la Lupa Roma al polo di Ostiantica per 4 anni (3 con i Giovanissimi ed 1 con gli Allievi) vincendo 4 campionati di fila. Per quanto riguarda la vittoria del campionato penso sia prematuro parlarne, credo sia più giusto parlare dell’ottimo lavoro fatto dallo staff (Arabia - Cerrai - Melchionna - Massaroni e Mauro Di Giulio) per essere riusciti già nei primi giorni di giugno a portare ad Ostiantica giocatori di ottima caratura. Sappiamo di aver lavorato bene, ora la palla passerà a me ed Alberto cercando di creare prima di tutto una mentalità nei ragazzi da squadra di alta classifica. Le prime 10 giornate saranno fondamentali per capire che tipo di campionato riusciremo a fare”.


Quanto è importante in una prima squadra il ruolo dello staff e del direttore sportivo sia inizialmente che durante l’anno?

“Nel calcio dilettantistico penso che lo staff venga prima di tutto. Permette ai ragazzi, che per la maggior parte delle volte hanno già un lavoro, di venire al campo e pensare solo a lavorare divertendosi in serenità. In questo mi permetto di dire che il nostro è di ottimo livello, ma soprattutto siamo un gruppo molto coeso”.


Quale è il tuo sogno nel cassetto?

“Calcisticamente parlando il mio sogno sarebbe quello di allenare nei Professionisti visto che da giocatore lo sono stato per 11 stagioni. Ma voglio essere sincero fino in fondo, mi piacerebbe tanto riuscire a trasmettere ai ragazzi che alleniamo quel senso di sacrificio e di abnegazione verso questo sport rispettando sempre i compagni perché penso che sia la ricetta giusta per raggiungere il nostro obiettivo”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE