Cerca

l'intervista

Ronciglione, Del Canuto: "Inizio tosto, ma possiamo fare di più"

Il tecnico dei viterbesi analizza le prime uscite ufficiali e guarda avanti, consapevole che ci vorrà del tempo per amalgamare la squadra

01 Ottobre 2020

Ronciglione, Del Canuto: "Inizio tosto, ma possiamo fare di più"

Del Canuto (©De Luca)

Una partenza decisamente a rilento, con due sconfitte nei primi due incontri ufficiali della stagione, non muta le certezze su cui si basa la probabile crescita ed ascesa del Ronciglione United, nel campionato di Promozione. Stefano Del Canuto, ex tecnico di una Corneto Tarquinia che trionfò nel girone A del secondo massimo campionato regionale, durante la stagione 2018-2019, è alla ricerca di un equilibrio che, a Ronciglione manca. “Siamo partiti male -afferma Del Canuto- però le due sconfitte patite hanno chiavi di lettura totalmente diverse; col Viterbo FC non siamo stati brillanti, mentre in casa, con la Sorianese, la squadra ha mostrato di che stoffa è fatta: alcuni episodi ci hanno tagliato le gambe ma il calcio, lo conosciamo bene, è questo”. L’avvio dei viterbesi, si è rilevato tosto per due motivi ben precisi. “Sì -prosegue il noto allenatore- innanzitutto noi siamo una gruppo decisamente rimodulatao rispetto allo scorso anno. Mettici che, a causa del lockdown siamo stati lontani dai campi per un lasso di tempo ampio e comprendi bene che, è complesso, per chi ha rivoluzionato molto, raggiungere una buona intesa in tempi solitamente congrui all’inizio quantomeno del campionato. C’è poi il fattore calendario. In Coppa Italia ci è toccata una corazzata, mentre per la prima di campionato una Sorianese collaudata, agguerrita e molto esperta”. Del Canuto non è tipo da attenuanti ma la sua analisi non fa una grinza. Bisogna aggiungere che il Ronciglione parte per ben figurare non certo per dominare, sulla carta, il difficilissimo girone A. “Ovvio, non sono il tipo che cerca giustificazioni. Possiamo e dobbiamo fare meglio ma un riassunto dei perché va sempre, con onestà intellettuale, fatto. La proprietà mi ha chiesto di far bene che può significare tante cose opinabili o meno. All’orizzonte ci attende un duro confronto al Paglialunga col Fregene poi, ospiteremo il Viterbo FC del mio amico Piscopiello”. Insomma due gare dal coefficiente di difficoltà elevatissimo. “Ne siamo consapevoli ed è per questo che dobbiamo lavorare in maniera ancora più convinta durante gli allenamenti, per giungere sereni ma al contempo determinati, a questi due importanti appuntamenti: ho molta fiducia nel gruppo, le sensazioni sono positive”. Un focus sulla lotta al vertice è doveroso da parte di un mister, abituato ultimamente a stazionare nei piani alti in Promozione. “Vedo bene -conclude Del Canuto- il Canale Monterano che, ad una rosa di livello, già compatta, ha aggiunto pezzi extra lusso per la categoria come Rodolfo Moronti. Naturalmente il Viterbo FC la metto subito a ridosso dei gialloblù poi citerei il Tolfa, il Pescia Romana ed il Santa Marinella. Tra le viterbesi dico anche Sorianese e Bomarzo. Noi siamo un gradino sotto Canale e Viterbo FC pronti a stare dignitosamente tra una schiera di squadre molto ben attrezzate”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni