Cerca

L'intervista

Fulgur, D'Alessio: "Montefiascone partita speciale"

Le parole del DS della compagine di Tuscania che domenica incontrerà per la prima volta la sua ex società in cui ha vissuto anni incredibili

15 Ottobre 2020

Fulgur, D'Alessio: "Montefiascone partita speciale"

Giulio D'Alessio, DS Fulgur Tuscania

Montefiascone - Fulgur Tuscania può sembrare una gara come ce ne sono tante nei weekend di Promozione laziale. Probabilmente lo è, ma non per la famiglia D'Alessio. Il direttore sportivo Giulio e il centrocampista Marco, oggi entrambi a Tuscania, hanno infatti lasciato tanti ricordi indelebili in quel di Montefiascone. Con il direttore, approdato alla Fulgur dopo due anni a Pianoscarano, sei a Montefiascone, uno a Orbetello e uno a Sorano, abbiamo fatto il punto sulla situazione dopo tre giornate. Un inizio complicato: "senza dubbio, ma ce l'aspettavamo. Dopo le cavalcate degli ultimi due anni grazie alle quali siamo oggi in Promozione, abbiamo scelto di ripartire con una squadra molto giovane. La Juniores è stata confermata e abbiamo avuto come innesto soltanto un 2002". Tre sconfitte molto diverse tra loro: "il risultato di Viterbo è stato bugiardo; a mio parere abbiamo fatto una grande prestazione per poi essere puniti dagli episodi. Con Parioli e Pescia invece abbiamo sbagliato il primo tempo, forse la partita di Coppa ci aveva illuso di essere già pronti. Sarebbe stato sorprendente perché si tratta di ragazzi che non hanno quasi mai giocato con i grandi. Per questo siamo molto fiduciosi sul futuro, crediamo in questa squadra".  Quella di costruire una squadra giovane e futuribile è stata una scelta societaria forte - ci dice Giulio - ma i frutti matureranno con il tempo. Viviamo in un periodo difficile, in cui non è facile parlare soltanto di calcio e il direttore si sofferma molto su questo aspetto: " il cuore mi dice di andare avanti, ma credo che sarebbe giusto fermarsi. Per fare soltanto un esempio, nel Viterbo c'è un positivo e questo comporterà il rinvio di qualche partita. Nel Lazio in generale sono troppe le gare già rinviate ed è solo la terza giornata. Siamo dilettanti e non è possibile recuperare sempre il mercoledì; molti allenatori e giocatori sono lavoratori, in alcuni casi precari, e giocare in queste condizioni comporta un grandissimo rischio. So di ragazzi che hanno smesso per questa paura e intanto gli impianti vengono parzialmente riaperti al pubblico. Per me saranno le società stesse a tirarsi indietro".  Domenica padre e figlio torneranno dove hanno condiviso tanto e non sarà facile reprimere le emozioni. Giulio: "a Montefiascone ho lasciato il cuore. Sono stati i sei anni calcisticamente più belli della mia vita in cui è stato costruito qualcosa di straordinario. Abbiamo conquistato elite, vinto campionati giovanili, affrontato le migliori realtà del Lazio. Domenica ci torno per la prima volta da avversario e sarà difficile riconoscere la panchina giusta. E' una partita molto speciale". 

Marco D'Alessio, Fulgur Tuscania


Marco D'Alessio, centrocampista classe '99 con oltre 100 presenze tra Promozione ed Eccellenza, è stato ben sette anni a Montefiascone. "Ritroverò tanti amici, soprattutto Gabriele Silvestri con cui sono cresciuto e che conosco da quando ho tre anni. I ricordi più belli sono il campioanto vinto e il primo gol in Eccellenza. Non nego che per me sarà una gara speciale, ricca di tensione. Sono anche consapevole però che dobbiamo necessariamente fare punti contro una squadra agguerrita quanto noi per la situazione in classifica. Ne approfitto per mandare un in bocca al lupo a Moreno Solia, che si è da poco operato".


Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni

Dalle altre sezioni

Dalle altre sezioni