Cerca

L'intervista

Fiano, Loreti parla da leader "Diremo la nostra fino in fondo"

Il centrocampista della formazione tiberina ha vinto il quarto sondaggio stagionale del torneo cadetto

23 Ottobre 2020

Fiano, Loreti parla da leader "Diremo la nostra fino in fondo"

Andrea Loreti

Non è abituato a buttarla dentro, Andrea Loreti, centrocampista abituato a vincere sia nella sua carriera di stampo giovanile (faceva parte di quel Tor di Quinto guidato da Paolo Testa capace di tenere in pugno una nazione) ed anche quando ha messo qualche primavera in più alle spalle, come testimonia la vittoria del campionato con il Villalba e la conseguente promozione in Eccellenza. Uno schema che l'8 tiberino si augura di poter ripetere anche in questa stagione con il Fiano Romano. Intanto ha portato a casa il primo titolo stagionale, quello legato al nostro sondaggio settimanale. Decisiva per il suo ingresso nella Top 5 della quarta giornata la sua doppietta messa a segno col Fidene "E' stata una bella sensazione quella di vincere, non mi aspettavo così tanti voti anche perché era la prima volta che venivo inserito in un contest del genere. Segno anche poco e se quindi questo ha aiutato va bene così. Diciamo però che Antoniutti è riuscito a ritagliarmi un ruolo che mi permette di inserirmi di più e di avvicinarmi maggiormente alla porta e quindi spero di potermi ripetere da qui alla fine del campionato". In fatto di gol è cambiato qualcosa in settimana in casa rossoblù: fuori Fiorini, dentro Nardecchia "Sono entrambi due attaccanti forti. Colgo l'occasione per salutare di nuovo Lorenzo con il quale abbiamo passato dei momenti seppur sia rimasto poco con noi. Però capitano quelle annate in cui non si riesce a far quadrare tutto e quindi si vada da un'altra parte. è arrivato Valerio Nardecchia, un gran bell'attaccante. Ci ho giocato solo contro ed ha fatto sempre categorie superiori quindi sarà sicuramente un valore aggiunto. Si è messo subito a disposizione del gruppo ed ha già dimostrato una grande voglia. Segnale più che positivo".  Rimanendo in tema di rosa Loreti indica un nome in particolare che l'ha colpito "E' un ragazzo molto giovane, Ciaccio, ha caratteristiche importanti per l'età che ha ed è secondo me destinato ad un'altra categoria. Deve mettere in campo un po' più di cattiveria, ma ha tempo e crescerà. Questo gruppo comunque è fatto da tanti amici. Gerli è un grande giocatore e domenica lo ha dimostrato entrando e piazzando l'assist vincente, Nasti è un portiere di categoria superiore, Pangallozzi è un bomber vero. Antoniutti è un tecnico che ti fa giocare, quindi siamo felici di lavorarci, ci sono tutte le condizioni per far bene. Io credo che diremo la nostra fino alla fine insieme a 2-3 squadre, tra queste ci metto anche il Cantalice, nostro prossimo avversario". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE