Cerca

l'intervista

Davide Maola, tra rammarico e speranza "Sarà importante il lavoro fisico"

Il capitano del Nuovo Cos Latina dispiaciuto per lo stop che ha frenato l'ottimo inizio di campionato dei neroverdi

16 Dicembre 2020

Davide Maola

Davide Maola, capitano del Nuovo Cos Latina (Foto ©B53)

Da sorpresa a realtà. Il Nuovo Cos Latina si è presentato ai nastri di partenza del nuovo campionato con un bagaglio di certezze molto più carico rispetto alla precedente stagione quando, da neopromossa assoluta, aveva battagliato per parecchio tempo nella zona che portava ai play off. Un lavoro che, se da un lato è risultato vano a causa della pandemia che ha portato all'annullamento del campionato, di fatto, dall'altro è tornato utile alla squadra di Andrea Bellamio per recitare un ruolo importante in un girone ostico è pieno di spigoli da smussare. L'interpretazione del nuovo ruolo da parte dei neroverdi è stata ottima, tant'è che non è arrivata nemmeno una sconfitta fin quando si è giocato, tra campionato e Coppa. Un dato che fa crescere ancora di più il rammarico per lo stop al calcio dilettantistico regionale dettato dal Governo. Se il tempo sarà galantuomo, nei confronti delle migliaia di appassionati e dello sport in generale, lo vedremo a breve con un possibile e concreto ritorno in campo nel mese di febbraio. Se lo augura, ovviamente, anche Davide Maola, che del Nuovo Cos Latina è una vera e propria bandiera (oltre che il capitano) "Il rammarico è ancora più forte per questo stop, visto che avevamo iniziato il campionato davvero molto bene. Abbiamo sempre vinto, anche in Coppa e nell'ultima partita giocata abbiamo battuto il Ceccano che come noi era ancora a 0 nella casella delle sconfitte e contro il quale ci stiamo giocando il primo posto. Dispiace perché avevamo una condizione psicofisica ottima e non avevamo subito infortuni gravi. Stavamo giocando con entusiasmo e quindi questo stop ci dà numerosi problemi. Nel frattempo stiamo continuando ad allenarci per quel che si può e a fare gruppo sentendoci costantemente. Ci auguriamo che questa interruzione non rovini il gran lavoro che abbiamo fatto sin qui, come squadra e come società". Un campionato che potrebbe quindi ripartire, ma in che modo? Maola la vede così "Ho letto molte ipotesi sulla possibilità del format dei campionati alla ripresa. Io credo che sia un momento davvero delicatissimo e che bisogni prendere le scelte più giuste possibili. Sicuramente l'importante sarà non sbagliare il lavoro a livello fisico. Non riesco a capire e non so scegliere un format preciso, aspetto per vedere cosa accadrà". E quando accadrà il Nuovo Cos Latina potrà ripartire da un gruppo che si conosce molto bene e che gli ha permesso di fare importanti passi in avanti "E' rimasto tutto lo zoccolo duro della scorsa stagione e poi sono arrivati giocatori di qualità che hanno giocato anche in categorie superiori come Ciccarelli, Screti, Bispuri e Rogato. Abbiamo alzato molto il livello della squadra e questo si è visto in campo. Rispetto alla scorsa stagione siamo stati inseriti in un girone davvero tosto, ma abbiamo la fortuna di avere un tecnico come Bellamio che è davvero preparatissimo e ci permette di approcciare alle gare nel miglior modo possibile. Quando andiamo in campo conosciamo molto dell'avversario che ci troviamo di fronte e queste ci permette di esprimerci bene, anche se ovviamente la prima cosa da fare è pensare a noi stessi prima che agli altri. Da qui in avanti quando si ritornerà in campo ce la giocheremo sicuramente con tutti fino alla fine di questo strano campionato". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE