Cerca

l'intervista

Rocca Priora RDP, parla Guazzoli "Non si molla di un centimetro"

Il presidente castellano espone i piani presenti e futuri della società

21 Dicembre 2020

Stefano Guazzoli

Al centro il presidente del Rocca Priora RDP Guazzoli

In tempo di Covid-19 il Rocca Priora RDP ha proseguito comunque la propria attività. La società, da sempre attenta alla crescita e allo sviluppo dei propri ragazzi e bambini, fin da questa estate si è messa in moto per garantire gli allenamenti nella massima sicurezza e rispettando i protocolli previsti. Un impegno importante per tutta la dirigenza, sotto tutti i punti di vista, un gruppo di persone che ha sempre creduto nell’importanza di far iniziare e poi proseguire anche in piena emergenza l'attività del proprio vivaio. "E’ stato un lavoro diverso dal solito - commenta Stefano Guazzoli Presidente con la passione del campo - quest’anno non è bastato solo pensare all’organizzazione tradizionale ma anche a tutte quelle indicazioni che ci sono arrivate per rispettare i protocolli di sicurezza. La nostra volontà era quella di partire per l'inizio della stagione e di far riprendere l’attività dopo lo stop improvviso di marzo con il lockdown nel quale il mio predecessore Marco Rocchi ha dimostrato una grande capacità gestionale. Prima di cominciare abbiamo incontrato i genitori per spiegare loro come avremmo lavorato in questa stagione e siamo riusciti a far capire che avremmo fatto tutto il necessario per far svolgere gli allenamenti in assoluta sicurezza. I genitori, che magari all’inizio erano un po' scetticici hanno dato fiducia e questo ci rende felici dopo un attento ed accurato lavoro di  pianificazione con particolare attenzione sotto tutti i punti di vista. Con il gruppo dei soci storici, che ringrazio per la tanta disponibilità e collaborazione, abbiamo rivisto le nuove cariche societarie e definito i quadri tecnici, tenendo aperta per tutta l’estate la segreteria proprio per garantire un miglior servizio e per risolvere ogni dubbio. Oggi possiamo dire che, nonostante il periodo difficile e capisco anche quei pochi genitori che ancora non se la sentono di portare i propri figli, abbiamo quasi un 85% di presenze al campo, questo ci dà soddisfazione e dimostra che la voglia è davvero tanta e che la nostra organizzazione e ottimale" Nella scuola calcio dai cinque agl'undici anni quest’anno abbiamo più di 100 bambini e questo ci fa ben sperare per il futuro, oltre ad avere aggiunto una componente rosa con l’arrivo di due bambine, Viola e Ginevra, che sono sempre presenti. Numeri che si sommano ad un settore giovanile che al Montefiore vede sfilare altri 80 ragazzi tra i 12 ed i 18 anni, completati dai 50 adulti che formano la Under 21 e la Promozione. Attualmente i nostri gruppi svolgono due allenamenti a settimana, inoltre, in questo periodo di fermo dei campionati, abbiamo avuto la possibilità di incontrarci con i tecnici della AIC Junior, con cui siamo affiliati da questa stagione e quindi sfruttiamo questo periodo come momento di crescita del nostro staff tecnico. Sempre nell’ambito della collaborazione con loro, ci piacerebbe organizzare il loro camp estivi per il  prossimo anno, vedremo se sarà possibile. Ovviamente quello che è più importante è il progetto del settore giovanile, che deve avere una grande attenzione. Una cosa è certa la Rocca Priora RDP non molla un centimetro e farà di tutto, fino a che sarà possibile, far allenare e giocare i giovani e non interrompere la loro passione, noi li premiamo con la nostra presenza che è costante e capillare. La parte sociale da sempre, ci interessa ed è quella che ci appaga più di ogni Vittoria, un pensiero in pieno accordo con l'amministrazione comunale che ci rende fieri di aver scelto e sposato una causa così onorevole ed importante per il territorio.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE