Cerca

l'intervista

Vivace Grottaferrata, Paolo Buzi "Risultati sì, ma con i giovani"

Il responsabile della prima squadra criptense commenta le difficoltà vissute ed il piano di rilancio del club

08 Giugno 2021

Paolo Buzi

Paolo Buzi, responsabile prima squadra della Vivace

Non ha fatto nemmeno in tempo ad ambientarsi al campionato la Vivace Grottaferrata, visto che la pandemia ha di nuovo fermato tutto. L'Eccellenza è ripartita, seppur con una nuova formula, ma dalla Promozione in giù ci si è potuti solamente allenare, prima individualmente, poi normalmente. Un periodo di tempo che è stato comunque sfruttato in casa biancorossa, come testimoniano le parole del responsabile della prima squadra Paolo Buzi

Un bilancio della stagione appena conclusa? "A causa del Covid-19, si è interrotta nel nostro migliore periodo. Stavamo crescendo sotto tutti i punti di vista, sia atletico che tecnico-tattico, anche perché la squadra e lo staff avevano subito un cambiamento interno. Per fortuna il peggio sembra essere passato, quindi la nuova presidenza avrà modo di mettere in atto le proprie idee per raggiungere gli obiettivi prefissati: seguire il percorso di crescita di ogni ragazzo dal settore giovanile alla prima squadra. Una particolare attenzione sarà data al settore agonistico e a tal fine abbiamo già scelto delle ottime figure dal punto di vista strategico per i nostri traguardi. I nostri nuovi tecnici, infatti, già sono al lavoro.

Quanto è stato difficile portare avanti l’attività sportiva durante l’emergenza sanitaria? "E’ stato doveroso portare avanti l’attività. Per i ragazzi l’attività sportiva era l’unica fonte di divertimento e spensieratezza. Vederli sempre presenti al campo ci ha dato lo stimolo a superare le notevoli limitazioni imposte dal protocollo di sicurezza"

Quali sono gli obiettivi per la prossima stagione? "Raggiungere il massimo del risultato con la prima squadra valorizzando il più possibile i nostri giovani. I giovani sono il nostro patrimonio che va preservato e valorizzato. Mi lega a questi ragazzi un forte affetto maturato in questi anni e l’opportunità di seguirli quest’anno più da vicino mi rende orgoglioso".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE