Cerca

L'Intervista

Castrum Monterotondo, Caleca: "Pronti a ricominciare"

Palra il direttore sportivo eretino che svela i programma della società gialloblù in vista della prossima stagione

06 Luglio 2021

Stefano Caleca

Il ds del Castrum Monterotondo Stefano Caleca

Il Castrum Monterondo si prepara a tornare in campo per la nuova stagione. A fare un punto della situazione in casa eretina è il direttore sportivo Stefano Caleca.

Finalmente sono state comunicate le date ufficiali della prossima stagione 2021-2022 della Promozione. Il suo telefono già sarà bollente e la sua agenda piena?
"Dopo due anni in cui purtroppo si è giocato poco e niente, già solo il fatto di tornare a pianificare e programmare la nuova stagione calcistica è motivo di emozione. Questo è il periodo dove sicuramente un direttore sportivo ha più lavoro da svolgere e personalmente mi piace e mi affascina proprio per questo. Con il mister ci sentiamo giornalmente e devo dire che ci troviamo sempre in simbiosi. Inizieremo l’ultima settimana di agosto con la preparazione, i due giorni di test canonici e la partenza per il ritiro. Dopodiché continueremo la preparazione al Pierangeli fino al primo appuntamento ufficiale che è quello del 19 settembre".

Come vi state preparando per la prossima stagione? Avete già pianificato le tappe con il Mister Checchi?
"Partiamo con una base già buona con le riconferme di quelli che noi riteniamo punti fermi di questa società. In accordo con il mister andremo a rafforzare la rosa con quei quattro/cinque elementi nei ruoli dove reputiamo serva migliorare, in modo tale da consegnare al mister una squadra sempre più completa ai nastri di partenza".

Parliamo del Mister Checchi. La sua riconferma è un punto fermo per il Castrum. Che squadra vuole consegnare al Mister?
Purtroppo questo periodo che non è stato affatto semplice per tutti ha facilitato la partenza di qualche ragazzo che mi sento comunque di ringraziare per aver sempre onorato la maglia e il nostro ideale per il quale con tanti sacrifici abbiamo fondato questa società. Ripartiamo dal nostro zoccolo duro, quelli di sempre, quelli che per questi colori sarebbero disposti a tutto, proprio come noi. Ripartendo dai quei “giovani” che ben si erano comportati fino allo stop forzato, dimostrando serietà e appartenenza, il che non è affatto facile quando si parla di ragazzi di 19-20 anni. Posso anticipare solo, e sono onorato di questo, che ci sarà un ritorno a me molto gradito, un giocatore importante, uno degli artefici principali alla scalata di questa società, al quale voglio bene in primis come persona".

Calciomercato già aperto? Può fornirci qualche anticipazione su conferme, partenze e nuovi arrivi?
"Conosciamo i valori di questa società e i suoi obiettivi. Tra questi quello di non spendere economie sul mercato. Quanto è difficile in queste situazioni fare mercato contro società che investono risorse economiche? Sicuramente non è semplice, soprattutto se ti devi apportare in una categoria difficile e impegnativa come la promozione. Sembrerà strano ma a me questo ruolo piace proprio per questo, più aumentano le difficoltà e più mi sento spronato a dare sempre di più, cercando di dare sempre il massimo. Fortunatamente viviamo in un bacino d’utenza abbastanza grande che ci permette di mettere in pratica le nostre idee e il nostro modo di essere anche perché, potrà sembrare strano, esiste ancora qualcuno che la pensa come noi, che ha lo stesso modo di relazionarsi al calcio, sono proprio queste figure che fanno al caso nostro".

Un'anticipazione per la prossima stagione?
"Vogliamo ripetere il ritiro, come accade da due anni a questa parte, magari e se possibile aumentandolo anche in numero di giorni. Ringraziamo la società che si fa carico di tutto questo in un momento dove è sempre più difficile trovare sponsor o aziende che ti supportino. Portare in ritiro 30 tesserati tra dirigenti e calciatori non è affatto cosa da poco. Di questo ringrazio il Presidente Michienzi e il vice De Castro per adoperarsi alla causa, cercando di non farci mai mancare nulla".

Un saluto a tutti i tifosi e un messaggio a tutto il Castrum
"Voglio salutare tutte le persone che ci vogliono bene e ci seguono sempre con affetto e partecipazione, dicendo loro che in questo periodo di tempo ci sono mancati tutti e non poco. Speriamo tutti si possa tornare come sembra alla normalità, tornando a giocare davanti a delle tribune gremite e a seguire questo sport con la passione di sempre".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni