Cerca

l'intervista

Quattrotto, specialità calci di rigore "Nessun segreto, vi spiego"

Il portiere del Vicovaro nella sfida contro la Vis Subiaco ha segnato dal dischetto e poi ha intercettato tre conclusioni avversarie

29 Settembre 2021

Alessio Quattrotto

Alessio Quattrotto, specialista dei calci di rigore

Il Vicovaro contro la Vis Subiaco si è aggiudicato il passaggio del turno ai calci di rigore, dopo l'1-1 dei 90' regolamentari. Il grande protagonista della sfida del Berenghi è stato senza dubbio Alessio Quattrotto, portiere ancora giovane per età, ma che ha dalla sua già una discreta esperienza e partite importanti alle spalle. I calci di rigore sono la sua specialità e lo ha ampiamente messo in mostra proprio domenica scorsa quando, tra quello calciato ed i tre neutralizzati, ha permesso alla formazione di Lillo di centrare la qualificazione. "Quella di calciare il primo rigore non è stata un'idea del momento, infatti non è la prima volta che tiro un calcio di rigore. L'avevo già fatto con l'Ostiamare in Coppa Italia contro l'Aprilia (sempre per primo, ndr) e poi anche nella finale Under 17 e con la Rappresentativa del Girone G, quando calciai il terzo. Mi piace, non sento la pressione. Quando è finita la gara ho detto ai miei compagni che il primo lo avrei calciato io. Poi, continuando la serie, ne ho parati tre ed è stata una sensazione bellissima, un'emozione forte, perché vincere in un paese come Vicovaro, che ha un grande seguito ogni domenica, è qualcosa di indescrivibile. Anche contro la Vis Subiaco c'era davvero tanta gente, che ci ha regalato tanta adrenalina. Non c'è un segreto per i calci di rigore, cerco di studiare gli avversari, a volte riesco ad avere qualche video, oppure chiedo a qualche compagno più esperto di me se conosce chi andrà a calciare. Poi contano molto anche le sensazioni del momento, guardare la postura può aiutare molto". Infine, il portierone arancioverde dice la sua sull'imminente inizio di stagione "Domenica inizia il campionato, che è il nostro obiettivo principale. La squadra sta bene, dal 19 agosto ci stiamo allenando e si è creato un gruppo fantastico, con anche i nuovi che si sono integrati alla grande. Penso che potremo dire la nostra". Ed un primo banco di prova per Lillo ed i suoi è con l'ambizioso Rocca Priora. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE