Cerca

focus

Santa Maria delle Mole, le montagne russe per ora fanno sorridere

La formazione di Paolini sta vivendo una stagione a strappi: contro il Monte Mario una vittoria importantissima

25 Ottobre 2021

Santa Maria delle Mole

Santa Maria delle Mole, domenica una vittoria pesante (Foto ©Caponera)

Il Santa Maria delle Mole è arrivato a quota 9. Un dato non da poco all'interno di un raggruppamento che sta assumendo una conformazione diversa da quella che ci si poteva aspettare. La Duepigreco è in testa con 10 punti, difficile da pronosticare visti i calibri presenti nel girone, ma che fotografa praticamente a meraviglia la realtà dei fatti: è lotta aperta per la prima piazza. Vuoi anche che la favorita designata, il Nettuno, abbia di fatto steccato nelle due ultime sfide, soprattutto nell'ultima, ecco che per tutti c'è la possibilità di guadagnare qualcosa. Tra questi c'è la squadra di Daniele Paolini, confermatissimo alla guida dei biancazzurri. L'inizio di stagione del Santa Maria delle Mole è stato da incubo, con l'eliminazione da parte del Velletri, che ha poi fatto fuori anche il Nettuno prima di eclissarsi per 3 settimane, ma alla prima di campionato, con un rigore di Scardini, i bovillensi sono passati al Borghetto contro la Pescatori, per poi replicare ancora con un successo senza gol subiti contro la Vis Aurelia alla prima in casa: 3-0 firmato Liotti, Pansera, Maio. Una squadra che, nei risultati, sembra stia prendendo il decollo, che invece poi cade di nuovo. Terza giornata, posticipo contro il Fonte Meravigliosa che in casa vince per 2-0 e spegne la rincorsa biancazzurra. Nulla però è perduto, le montagne russe di Santa Maria delle Mole si riaccendono e a velocità massima, in rimonta (per la prima volta in stagione) viene travolto il Monte Mario con i gol di Matteo, Liotti (capocannoniere stagionale con 2 centri) e Serafini. Sette diversi marcatori altrettanti gol segnati e 3 incassati, numeri di chi è ancora alla ricerca di una stabilità più definita ma che nel frattempo ha alle sue spalle il nemico pubblico numero 1. Per poter centrare il traguardo più ambito senza dubbio al Santa Maria delle Mole serve continuità, perché l'impianto è valido e abbastanza collaudato. La politica del club è stata chiara, poche follie, giovani interessanti (attenzione al 2003 Marsicola) e qualche chioccia. Prossimo turno trasferta ostica, contro la Virtus Ardea, che nella scorsa stagione al Ferraris strappò via un punto mettendo in luce quelle piccole difficoltà che, seppur in forma diversa, si stanno mostrando anche al giorno d'oggi. Di quel campionato non sentiremo parlare, ma in questo il Santa Maria delle Mole ha tutti i numeri per pensare in grande. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE