Cerca

l'intervista

Grifone, Zappavigna soddisfatto. "Ma per i risultati ci vuole anche fortuna"

Il tecnico della formazione del Villa dei Massimi fa un bilancio della stagione in vista dello scontro con il Santa Maria delle Mole

05 Novembre 2021

Andrea Zappavigna

Andrea Zappavigna, allenatore del Grifone

Dopo la chiusura della prima sessione di calciomercato della stagione, è tempo di pensare al campo in casa Grifone con la la formazione di Andrea Zappavigna al terzo turno di Coppa, mentre in campionato si trova attualmente in sesta posizione dopo aver conquistato 7 punti nelle prime 5 giornate con una vittoria e quattro pareggi. Il tecnico analizza questa prima parte di stagione "Abbiamo iniziato a lavorare con questo gruppo il 17 agosto - racconta - e devo dire che dopo un mese e mezzo non si può che essere soddisfatti di come la squadra abbia immagazzinato la metodologia di allenamento mia e del mio staff. A volte chiediamo un’attenzione massima e comprendo che non è semplice averla sempre ma io ho la fortuna di allenare dei ragazzi splendidi. La vittoria di lunedì sicuramente ci aiuta a lavorare con più serenità. Il gruppo è già molto compatto ed affiatato. I ragazzi sono molto legati anche al di fuori del campo ma su questo i meriti vanno tutti a chi ha costruito la squadra sapientemente scegliendo i giocatori giusti ed adatti al modello Grifone. Poi per ottenere il massimo risultato credo che ci voglia anche la componente fortuna soprattutto in un girone equilibrato come il nostro. Certo è che come ho sempre pensato la fortuna aiuta gli audaci". Un pensiero finale sulla società, che continua a crescere di anno in anno dalla prima squadra alla scuola calcio: "Dopo una vita al Pro Roma cercavo una società che sposasse in pieno il mio pensiero secondo il quale anche nei dilettanti si può lavorare da professionisti. Questa è la cosa che accomuna di più me, i direttori e la proprietà: fare professionismo nel dilettantismo. Sono stra-convinto che si possa fare e sono convinto di aver fatto la scelta giusta, qui al Grifone si lavora come in un club professionistico. Spesso arrivo prima al campo per vedere ed ammirare i mister della scuola calcio che sono eccezionali e preparatissimi, stesso discorso per quelli dell’agonistica ma d’altronde i risultati parlano da soli.La prossima partita contro il Santa Maria delle Mole la stiamo preparando come sempre curando i dettagli che sono il confine tra la vittoria e la sconfitta. Poi le risposte le darà come sempre il campo, unico giudice supremo di questo gioco favoloso". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE