Cerca

l'intervista

Nuova Pescia Romana, capitan Codoni: "Vogliamo invertire la rotta in casa"

I giallazzurri hanno fatto 4 su 4 in trasferta, ma al Maremmino sono arrivati meno punti di quanto sperato

19 Novembre 2021

Luca Codoni

Luca Codoni, capitano della Nuova Pescia Romana (Foto ©Graziano)

Dopo un inizio di stagione un po' in sordina la Nuova Pescia Romana si sta rifacendo, con gli interessi. La formazione di Montalto ha con 15 punti in sette giornate dimostrato di non avere mezze misure, o vince o perde. E vince soprattutto fuori casa, dove ha uno score di quattro su quattro e domenica scorsa ha ottenuto un gran colpo andando a trovare i 3 punti in casa di una diretta concorrente come il Tolfa. Ne abbiamo parlato con capitan Luca Codoni che ha fatto il punto della situazione sull’avvio di stagione e gli obiettivi futuri.

Luca, da quanto tempo sei al Pescia? Che legame si è creato con la squadra e la società? "Sono qui da ormai sei anni. Sono tornato quando è partito il progetto di arrivare in Promozione dalla Seconda Categoria, sono felice di essere nella squadra del mio paese e il legame è ovviamente forte".

Facciamo un punto sulla situazione di classifica. Vi reputate soddisfatti dopo sette giornate? "Sì, il nostro obiettivo primario, ovvero ciò che ci ha chiesto la società, è la salvezza il prima possibile, poi non vogliamo porci limiti e prenderemo ciò che verrà. Ricordiamo che il Pescia è al secondo anno di Promozione, campionato che non aveva mai fatto, e sono orgoglioso di questo".

Identità chiara per una squadra cinica che ha portato a casa 12 punti con quattro 0-1 in trasferta, raccogliendo una sola vittoria in casa. Quali sono gli aspetti che vi caratterizzano e quali le cose da migliorare? "Prepariamo bene le partite e siamo una squadra organizzata. Siamo bravi a non prendere gol e sappiamo che prima o poi il nostro arriva. Facciamo meno fatica fuori casa che in casa ed è forse il campo che ci penalizza un po’. Inoltre, dobbiamo capire che quando andiamo in svantaggio serve una reazione perché la gara dura 90 minuti ed è sbagliato lasciarsi andare come con il Fregene Maccarese".

Come preparerete la prossima sfida contro il Carbognano? "Ci focalizziamo su noi stessi, e in settimana abbiamo lavorato bene. Ce lo siamo detti, vogliamo invertire la rotta in casa e sulla nostra strada troveremo una squadra ostica che domenica ha vinto. Bisogna scendere in campo concentrati".

Carbognano, capitan Andreoli: "Siamo in crescita, col Pescia primo crocevia"

Il centrocampista gialloverde commenta la prima parte di stagione e poi punta il prossimo avversario

C’è qualche sogno nel cassetto a livello personale? "Obiettivi personali non me li pongo mai, sono un giocatore che ha sempre fatto pochi gol e pensato prima alla squadra che a sé. Un sogno sarebbe arrivare tra le prime tre". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni