Cerca

l'intervista

Santa Marinella, il volto nuovo Belardinelli: "Bell'esordio, peccato per i pali"

L'attaccante ha esordito nella vittoria al Fronti contro la Fulgur Tuscania ed ha centrato due traverse

22 Novembre 2021

Giordano Belardinelli

Giordano Belardinelli, volto nuovo del Santa Marinella

Santa Marinella ha un suo stadio, finalmente, un terzo posto in campionato che apre scenari intriganti ed ora anche un’attaccante in più: Giordano Belardinelli. Classe 1997, Belardinelli ha iniziato ad assaporare le gioie che solo il calcio riserva, attraverso settori giovanili di squadre professionistiche poi, purtroppo, la rottura del crociato da maggiorenne a Latina (un anno di stop), quindi il passaggio prima alla Lupa Roma poi all’Astrea (biennio in D), l’avventura ligure a Rapallo (Eccellenza), quindi il Morandi (Promozione): 12 reti, per il bomber, in un mese di gare ufficiali. "Ero senza squadra mi ha telefonato Nicola Salipante e, in seguito alla piacevole chiacchierata fatta, ho capito che potevo tentare tranquillamente questa avventura in una piazza prestigiosa. Quando sono arrivato allo stadio Ivano Fronti per sostenere il primo allenamento, ho trovato ad accogliermi i due presidenti e lo staff al completo. Ho percepito con molta soddisfazione che c’è tanta voglia di fare calcio in un certo modo a via delle Colonie ed ho deciso di firmare. L’impatto con la nuova realtà è stato positivo anche grazie all’affetto che mi è stato mostrato sin da subito dai miei nuovi compagni di squadra" Belardinelli che, alla Santa, ha trovato un grande amico: Manuel Pagliuca; classe 1997 come Bela, Pagliuca ha dato i 3 punti ai tirrenici nel match in cui lui ha realizzato il 2 a 1 e, la Santa, ha potuto così potuto piegare le resistenze di un Tuscania mai domo. "Uno dei motivi -prosegue Belardinelli- per cui ho accettato Santa Marinella è la presenza di Manuel (Pagliuca ndr). Per me è un grande amico oltre che un calciatore di livello; con lui siamo cresciuti calcisticamente alla Lazio: esperienza e ricordi ovviamente bellissimo, oltre che indelebili".Rossoblu che sono ora terzi nel girone A della Promozione laziale: Belardinelli al debutto assoluto ieri, ha colto addirittura due traverse. "Mi è mancato il gol ma credo di aver giocato una buona partita. Era importante vincere e, come ha detto il nostro mister, fare la storia poiché per il club, era significativo trionfare nella Domenica in cui dopo sette anni e mezzo, riapriva l’impianto sportivo di via delle Colonie. Ho fiducia in questa squadra e nei compagni, se lavoriamo bene possiamo arrivare in alto anche se la concorrenza è agguerrita". Il nuovo attaccante del Santa Marinella è anche un talento nel Beach Soccer dove ha giocato per la nazionale italiana ed eccelle, con club di livello professionistico.Purtroppo ho subito un’infortunio (rottura quinto metatarso tre mesi di stop ndr) proprio in occasione della finale scudetto disputata ad agosto tra il Terraccina, in cui militavo, ed il Pisa: sto bene praticamente da un mese circa anche grazie al sostegno e alla vicinanza di un caro amico, Nicolas Chileddi, che ci tengo a ringraziare con affetto pubblicamente. Amo giocare a calcio e beach soccer come detto: adesso ho in testa il Santa Marinella: in rossoblu voglio regalarmi qualcosa di importante che resti nel tempo". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE