Cerca

l'intervista

Valmontone, Antonucci e la sua prima firma: "Una grande emozione"

Il classe 2003 è andato a segno nella sfida stravinta dai lepini contro il Pro Roma per il momentaneo 0-2

08 Marzo 2022

Marco Antonucci

Marco Antonucci, attaccante del Valmontone

Per una squadra che ha sempre avuto difficoltà nel fare gol fino a questo momento del campionato, segnarne sei in un'unica sfida è una gran bella notizia per il finale di stagione, se uno di questi poi porta la firma di un giovane allora il quadro è perfetto. Marco Antonucci, attaccante classe 2003 del Valmontone ha timbrato per la prima volta il cartellino in prima squadra nel match che la formazione di Sarnino ha stravinto al Vittiglio contro il Pro Roma. Gran lancio di Lustrissimi, controllo e diagonale potente sul palo più lungo per il numero 13 lepino, che ha poi anche regalato un assist al ben più esperto Roberto Romagnoli. "Volevamo riscattare lo scivolone con l’Atletico Torrenova e spazzare - commenta - abbiamo fatto un’ottima gara, chiudendo il primo tempo in vantaggio per 5-0 e non lasciando scampo all’avversario. Segnare il primo gol in Promozione è stata una bella emozione. Il mister mi aveva accennato che stava pensando ad un mio impiego e da qualche settimana mi aveva fatto capire che stavo lavorando bene. Poi è chiaro che in una squadra con una rosa di questo livello per un giovane non è semplice riuscire a ricavarsi uno spazio, ma questa è un’esperienza molto formativa per me". Antonucci, che è cresciuto nel settore giovanile della Lazio dove è rimasto fino ai Giovanissimi, ha poi vestito le maglie di Ponte di Nona e Romulea prima di passare alla Lupa Frascati che l’ha girato in prestito al Valmontone. "Il futuro? A fine stagione ne parleremo con la Lupa, ma mi trovo benissimo qui e mi piacerebbe proseguire questa avventura. Mi sono perfettamente integrato nel gruppo e sono contento di come stiano andando le cose". Tra l’altro in questa stagione Antonucci ha avanzato il suo raggio d’azione: "Fino a qualche mese fa giocavo da centrocampista offensivo, ora faccio la punta. Mi devo ancora calare bene nel ruolo, ma in squadra ho esempi importanti tra i miei compagni di squadra che mi aiutano e mi danno consigli preziosi".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE