Cerca

Il giorno dei giorni

Aurelianticaurelio e Nettuno per la storia: domani può arrivare il grande salto

A quattro turni dal termine le squadre di Di Loreto e Panicci sono le prime che possono centrare la promozione

07 Maggio 2022

Di Loreto e Panicci

Di Loreto (Foto ©Cappuccitti) e Panicci (Foto ©Cassoni)

Domani è il giorno dei giorni, almeno potenzialmente. E' il giorno per cui AurelianticaurelioNettuno hanno lavorato per tutta una stagione. E' il giorno in cui la realtà capitolina potrà conquistare per la prima volta il massimo campionato regionale ed è il giorno in cui il club verdazzurro potrà tornarci. Serve un ultimo sforzo, diverso in termini di punteggio, ma di uguale difficoltà anche andando a guardare l'avversario di turno, da un lato e dall'altro. 

All'Urbetevere

Dopo aver perso contro la Sorianese, la formazione di Cristiano Di Loreto con una vittoria potrà togliere dal ghiaccio lo champagne lasciato in fresco una settimana fa. I bianconeri dopo nove vittorie consecutive sono incappati in un ko imprevisto sul piano tecnico, ma prevedibile sul lato emozionale, perché i rossoblù viterbesi avevano dalla loro la spinta di doversi tirar fuori dalla zona a rischio, mentre i capitolini sono arrivati al match forse un po' scarichi mentalmente data ormai la linea dell'arrivo ad un passo. Il pareggio del Tolfa contro il Carbognano ha reso necessario un successo domenica, perché in caso di pareggio e vittoria dei collinari, la distanza sarebbe di 9 punti con tre turni da disputare: matematicamente non sarebbe fatta. Per farcela l'Aurelianticaurelio dovrà quindi battere un Canale Monterano che è ancora in bilico tra salvezza diretta ed un play out più comodo. La formazione di Sperduti è in un buon momento di forma e quindi servirà il massimo impegno per laurearsi campioni. 

Al Pineta dei Liberti

Diverso il discorso per la squadra di Aldo Panicci, almeno nei numeri. Al Nettuno basta infatti un solo punto contro la Virtus Ardea per ritrovare un Eccellenza che in riva al Tirreno manca da più un decennio. I verdazzurri, dati per favoriti ad inizio stagione, sono riusciti solamente negli ultimi tempi a trovare i giri giusti ad un motore di grandissima qualità e che per lungo tempo ha dovuto inseguire il Palocco. La scossa decisiva è arrivata proprio nello scontro diretto contro gli arancioblù al De Franceschi, vinto nettamente per 3-0. Da lì in poi le certezze della formazione di Santoprete sono venute meno mentre sono usciti fuori il carattere e la qualità del Nettuno che ha quindi impresso un ritmo infernale, prendendosi prima la vetta e poi allungando sulla seconda piazza. Domani il confronto sarà con la Virtus Ardea, formazione quadrata ed ostica con qualche eccellenza in avanti. Serve un punto, occorrerà la massima concentrazione per non rimandare di nuovo una festa che piazza e tifosi aspettano da mesi. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE