Cerca

Giustizia

Caso Angelo Pangrazi, confermato il 3-0. Vicovaro "Noi non molliamo"

L'ufficio tesseramenti ha confermato la sconfitta nel match contro la Bi.Ti. per via della posizione irregolare dell'attaccante

09 Maggio 2022

Pangrazi

Pangrazi in campo con la Bi.Ti (Foto ©GazReg)

Domenica, grazie ad un gol dell'eterno Cecchini il Vicovaro ha ottenuto tre punti fondamentali per continuare ad inseguire il sogno Eccellenza. In termini di punti la società arancioverde vorrebbe averne un altro quello che, lo scorso 20 febbraio grazie ad un gol di Angelo Pangrazi (anche in quel caso, come domenica, nel finale) il Vicovarò agguantò al Fiore di Marino. Punto poi tradotto in una sconfitta 0-3 per la posizione irregolare in ambito di tesseramento, proprio dell'attaccante. Dopo il ricorso presentato, e vinto dai marinesi, il club del presidente Pierangelo Maugliani ha presentato le sue ragioni, che però non sono state accolte. L'ufficio tesseramenti ha infatti respinto la tesi arancioverde, confermando lo 0-3 e quindi mantenendo il Vicovaro a -1 dalla vetta difesa dall'Atletico Torrenova. Il Vicovaro però non intende fermarsi e, dopo questa decisione avversa, in un comunicato ufficiale testimonia la sua volontà di proseguire la sua battaglia. 

La ASD Vicovaro, dopo il pronunciamento del tribunale federale nazionale, il quale ha confermato la sconfitta a tavolino in merito alla partita con la Bi.Ti., tende a precisare quanto segue: la decisione dell'organo competente riguardo il tesseramento del calciatore Angelo Pangrazi, ci lascia quantomeno perplessi. Abbiamo avuto sempre fiducia e rispetto degli organi competenti, ma mai come questa volta siamo stati penalizzati pesantemente per una situazione che aveva anche dei precedenti, già evidenziati negli scritti forniti. Precisiamo e teniamo a rimarcare che il Vicovaro non molla, andrà avanti contro le decisioni, e fino alla fine darà il massimo per arrivare al traguardo finale. Non è una sentenza, discutibile o meno, che può porre fine a quanto dato, sacrificato, e soprattutto profuso col sudore in questo campionato. Non ci fermeremo, ci teniamo a ribadirlo, per rispetto di un paese, di una tifoseria appassionata, di una squadra encomiabile, di un staff tecnico di categoria superiore e di una dirigenza sempre sul pezzo. Non molliamo, lo diciamo ad alta voce e fino alla fine sarà così.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE