Cerca

l'intervista

Rocca Priora: Scacchetti, bandiera bianca. "Eravamo la squadra più forte, peccato"

Il bomber, la cui assenza nel momento cruciale del campionato si è fatta sentire, commenta l'esclusione dalla corsa al primato dei castellani

19 Maggio 2022

Gianmarco Scacchetti

Gianmarco Scacchetti, il suo infortunio ha pesato sulle sorti del Rocca Priora (Foto ©De Cesaris)

Il Rocca Priora aveva la strada più in salita di tutte e tre le concorrenti per il primo posto del girone. Il risultato che ora la vede al terzo posto l'ha confermato con i rossoblù di Guazzoli al terzo posto, con cinque lunghezze di distanza dalla vetta difesa dall'Atletico Torrenova. Mancano soltanto due giornate e con i bianconeri che nella prossima giocheranno con il già retrocesso Torre Angela per la squadra castellana è praticamente impossibile poter sperare nel primo posto. Ne è consapevole Gianmarco Scacchetti la cui assenza si è fatta sentire nel corso delle ultime giornate, prima del rientro in campo anche se non al massimo della forma. "Sono stato fuori per circa un mese e mezzo a causa di una brutta distorsione alla caviglia, ma volevo provare a dare un contributo alla squadra in questo finale di campionato. A mio parere abbiamo comunque fatto un grosso campionato, siamo stati tanti mesi al comando della classifica nonostante i numerosi infortuni che non ci hanno permesso di giocare mai al completo. Questa squadra poteva vincere il campionato, a mio parere eravamo i più forti, poi il campo ha dato un altro verdetto e bisogna accettarlo e fare i complimenti a chi arriverà davanti". Una stagione che, comunque vada a finire, per il bomber al suo primo anno in Promozione è stata più che positiva "Ho segnato 15 gol in campionato e tre in Coppa, competizione a cui tenevamo tantissimo. Per me è stato il primo anno in Promozione e ho trovato un campionato tosto e credo che lo sarà ancor di più l’anno prossimo. Sto per diventare papà e dovrò valutare bene con la mia famiglia quale sarà la soluzione migliore. Il Rocca Priora RDP si è dimostrata una società vogliosa e organizzata in cui ovviamente ci sono margini per crescere ancora, ma dove c’è alla base una grandissima passione verso il calcio". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE