Cerca

l'intervista

Città di Paliano, Russo: "Squadra importante e matura, ma il girone è quello più duro"

L'intervista al tecnico dei biancorossi dopo la bella vittoria di Coppa e in vista del prosieguo del campionato 

08 Settembre 2022

Russo

Il tecnico Francesco Russo (Foto ©Benedetti)

L’esordio in Coppa Italia con il rotondo 6-1 sul Torrice ha confermato l’ambizione e la determinazione con cui il Paliano si appresta ad affrontare il nuovo torneo di Promozione. Abbiamo intercettato il tecnico Francesco Russo per scambiare alcune battute proprio sulla gara di domenica scorsa e sul prossimo campionato.

Mister, la gara di domenica ha confermato la vostra qualità e la vostra voglia di riscatto: come giudica la prestazione della sua squadra?

"A fine gara ho detto ai ragazzi che, per come abbiamo affrontato i primi dieci minuti della partita, avremmo vinto con tutti. I ragazzi sono partiti forte, hanno avuto un approccio importante, con la giusta concentrazione e determinazione. E’ evidente che il gruppo dello scorso anno che rappresenta gran parte della nostra rosa aveva una gran voglia di rivalsa e di riscattare l’ultima gara dello scorso anno, quella che ha determinato la nostra retrocessione. Di fatto abbiamo chiuso la partita col Torrice nel primo tempo, poi nella ripresa, un po' per il risultato, un po' per il naturale calo di condizione visto che siamo ancora in piena preparazione, un po' per i cambi, il ritmo è calato un po'. L’unico rammarico è stato aver subito la rete del 6-1, non tanto per il risultato, ma soprattutto per la disattenzione che avremmo potuto evitare".

Che giudizio ha della rosa che ha disposizione?

"L’obiettivo condiviso con il direttore Loreto Macciocca è stato fare innesti mirati, ripartendo dal gruppo dello scorso anno che, non dimentichiamolo, ha conquistato venticinque punti nel girone di ritorno in Eccellenza. Per questo abbiamo scelto sia giocatori esperti, sia giovani di qualità da affiancare ai tanti confermati. Queste settimane di lavoro mi stanno confermando la bontà delle scelte fatte: vedo un gruppo solido in cui i nuovi si sono ben integrati anche grazie agli storici, vedo la giusta competizione tra i giovani e vedo un grande impegno negli allenamenti. Speriamo anche di avere presto Cristini che sta bruciando le tappe e che probabilmente si aggregherà alla squadra in concomitanza con l’avvio del campionato".

Quest’anno avete creato una maggiore sinergia con il gruppo juniores affidato ad Andrea Cremona, suo vice da anni.

"Confermo, è un altro obiettivo che ci siamo dati per questa stagione. In realtà, oltre ad Andrea Cremona, che resterà mia vice, tutto il mio staff lavora anche con i ragazzi della Juniores che si allenano nelle nostre stesse giornate, condividono con la prima squadra parte dell’allenamento, ma soprattutto seguono la medesima metodologia di lavoro ed i principi tattici della prima squadra. Reputo questo utilissimo per me, ma anche una scelta strategica per la società e soprattutto una bellissima opportunità di crescita per i nostri giovani".

Mister, che giudizio si è fatto del girone D di Promozione che vi vedrà protagonisti? E che obiettivi se è prefissato?

"Sarà un girone difficile, ho letto di recente che è il girone più forte della Promozione e lo condivido. Ci sono squadre forti come Bi.Ti. Marino e Valmontone che, sulla carta, hanno rose di gran valore, ma ci sono anche molte altre squadre di blasone. Sono sincero, speravo in questo girone anche per ragioni legate alla logistica. A mio parere abbiamo una squadra importante e matura, non so dove possiamo arrivare, ma sono sicuro che possiamo fare un campionato di prim’ordine e che daremo filo da torcere a tutti. Come dicevo ai ragazzi, sono sicuro che quest’anno saranno in molti a temerci a differenza di quanto accadeva nei campionati di Eccellenza in cui spesso partivamo sfavoriti: quest’anno ci dovranno temere tutti".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni