Cerca

focus

Atletico Lariano, partenza col piede giusto: gialloverdi pronti a sorprendere?

Le prime tre sfide di Coppa hanno offerto ottime indicazioni per il sodalizio gialloverde, appena tornato in categoria

20 Settembre 2022

Atletico Lariano, partenza col piede giusto: gialloverdi pronti a sorprendere?

Atletico Lariano: 3 pareggi nelle prime 3 ufficiali

Le prime sfide ufficiali della stagione possono trarre in inganno, in un senso o in un altro, ma hanno però regalato alla categoria una realtà come quella dell'Atletico Lariano che, stando ai 270' appena trascorsi tra preliminare ed andata dei 32esimi, può ritagliarsi un bello spazio durante il prossimo campionato. I gialloverdi hanno lavorato con intelligenza in estate sulla rosa, con diverse conferme di spessore, sia morale che tecnico, ed inserendo pedine come Francesco Mastrella e Diego Sadotti che in questa categoria possono dire molto più che la loro. Nessuna sconfitta in tre partite, un cambio di allenatore improvviso che poteva destabilizzare il gruppo (Cavola è da sempre uomo legatissimo al club e al paese così come tanti giocatori) ed una serie di risultati positivi che è arrivata contro avversarie sicuramente di livello: lo Sporting Ariccia appena retrocesso e l'Atletico Morena che ha velleità di raggiungere i primi posti. La scelta per il nuovo tecnico è caduta su Fabrizio Centra che ha chiuso il suo lungo rapporto con la Semprevisa e si è rimesso in gioco a pochi chilometri da casa. Centra è un allenatore a cui è sempre stato riconosciuto l'ottimo livello del gioco, ed anche domenica al Fabrizi, nonostante i pochi (forse uno) allenamenti con il gruppo, è riuscito a guidarli e caricarli. Tre pareggi per l'Atletico Lariano che ha segnato due gol. E' questo il neo sul quale lavorare per non rimanere poi con il classico cerino in mano a fine stagione. Al netto dello spessore dei due avversari, l'Atletico non è riuscito a sfruttare la mole di occasioni create. Al centro dell'attacco si sono alternati Dari (2000), Pansera e Perciballi (2002, così come l'ex Vivace) senza segnare. Tra giovane età e qualche difetto correggibile sarà questo un punto all'ordine del giorno dei prossimi allenamenti. Intanto domenica c'è il ritorno all'Abbafati, chissà che non cambi qualcosa. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni