Cerca

L’INTERVISTA

Stefano Iannotti: "Il Real San Basilio pronto a stupire"

A tu per tu con il nuovo tecnico che ha debuttato subito con una vittoria in casa

22 Settembre 2022

Stefano Iannotti in panchina

Stefano Iannotti in panchina

Stefano Iannotti ha iniziato ad intraprendere la propria carriera di allenatore anche tra i “grandi” e la prima opportunità si chiama Real San Basilio. La squadra, neo promossa in Promozione, ha scelto lui per la stagione 2022/2023 e l’esordio è stato subito positivo con un successo all’inglese. Dopo aver dato tanto al calcio laziale da calciatore, è pronto per il secondo tempo della sua vita.

Buongiorno mister Iannotti, domenica è arrivato il tuo esordio alla guida del Real San Basilio con una vittoria: com’è nata questa opportunità e cosa pensi del tuo nuovo percorso al termine del calcio giocato? Ti senti pronto per il secondo tempo della tua vita calcistica?

"Buongiorno, cominciare con un vittoria all’esordio è sempre un toccasana per il morale, ora domenica ci sarà il ritorno. L’opportunità me l’ha data il direttore Di Lillo, sono molto felice della chiamata ricevuta e della fiducia dimostratami. Mi sento pronto, altrimenti avrei continuato a giocare, ora voglio dimostrare quanto valgo come allenatore".

Nella tua carriera chi ti ha insegnato di più da allenatore? Ti ispiri a qualcuno in particolare?

"Ho avuto tanti allenatori bravi, ho provato ad apprendere qualcosa da tutti, però poi ci sono io in campo, con il mio carattere e la mia personalità. Quando mi dicevano se allenerai sarà tutta un’altra storia avevano ragione".

Danilo Soddimo, centrocampista classe 1987 che ha vissuto la sua carriera nel professionismo principalmente in Serie B con diverse importanti esperienze con Frosinone, Cremonese e Pisa, ha deciso di ripartire dalla Promozione del Real San Basilio: come l’hai trovato?

"Sono stato sorpreso da come sta a disposizione di tutti, un ragazzo umile che è sempre il primo ad arrivare e l’ultimo ad andare via, allenare un giocatore del genere per me è un onore".

Quale è il tuo obiettivo stagionale? Cosa ti ha chiesto la società per il nuovo anno?

"Siamo una neopromossa e dobbiamo comportarci da tale, la squadra è buona ma c’è tanto da lavorare soprattutto sotto l’aspetto mentale, come si dice l’appetito vien mangiando. Noi ci dobbiamo divertire. Ovvio, senza sogni ed obiettivi che vita è? Io non sono arrivato come calciatore nel professionismo, ce la metterò tutta per arrivare come allenatore nel professionismo".

Che società e che ambiente hai trovato?

"Nella realtà di San Basilio ho travoto una società che ha voglia di fare calcio e di crescere sotto tutti i punti di vista. I Presidenti sempre a disposizione, sono molto contento della scelta che ho fatto, ora sta a noi portare in alto il nome del Real San Basilio come squadra e come quartiere: forza Real San Basilio!".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni