Cerca

Supercoppa

Supercoppa, gioca bene o gioca male... vince sempre la Juve

Un colpo di testa di Cristiano Ronaldo regala l'ottavo trofeo ai bianconeri, brutti ma efficaci. Gattuso si lamenta dell'arbitro e Higuain è ai saluti: andrà al Chelsea. Leonardo, nel frattempo, prova a chiudere per Piatek

16 Gennaio 2019

Cristiano Ronaldo

Cristiano Ronaldo

Il mondo si è fermato al minuto numero 16 della ripresa: Miralem Pjanic alza lo sguardo, Cristiano Ronaldo si lancia in area e Ricardo Rodriguez perde un secondo decisivo. Colpo di testa e palla in rete. Più o meno il senso della sfida di Gedda, tra la Juventus e il Milan, si può racchiudere qui. Per il resto sono numeri, polemiche (e come evitarle…) e qualche indiscrezione di mercato.

 

Numeri. Quella firmata Cr7 è l’ottava Supercoppa Italiana della Vecchia Signora, la squadra che ne ha vinte di più (otto contro le sette proprio del Milan). Per Cristiano Ronaldo, invece, è il 28esimo trofeo in carriera: pazzesco. La Juventus, comunque, è inarrestabile: nonostante una gara giocata non in maniera spumeggiante, riesce lo stesso a portarsi via la posta piena. In poche parole, mutuando un vecchio coro: “gioca bene o gioca male… vince sempre lei”.Cristiano Ronaldo 

 

Polemiche. Ne ha parlato anche Gennaro Gattuso in conferenza stampa: perché fermare subito Cutrone lanciato a rete, quando ora le indicazioni della Var chiedono di aspettare fino ad azione conclusa? E perché non andare a rivedere il contatto da rigore Emre Can-Conti al 90’? Come al solito, altrimenti non saremmo in Italia, il direttore di gara, il signor Banti di Livorno, è stato travolto da un mare di polemiche. La verità è che a parte la traversa di Cutrone e un incontro ravvicinato tra Calhanoglu e Szczesny, il Milan ha prodotto ben poco. Ci sarà tanto da lavorare, specie per far ambientare i nuovi innesti: Paquetà, ad esempio, è apparso già ben inserito. In più l’ambiente è in subbuglio…

 

MercatoHiguain, infatti, sembra ormai prossimo al passaggio al Chelsea. Per il Pipita non c’è pace: la maglia dei blues sarà la terza vestita in poco più di sei mesi. Ancora di proprietà della Juventus, Higuain approderà alla corte dei londinesi, dove ritroverà Sarri, con la formula del prestito. Il Chelsea si è comunque lasciati una porta aperta in vista della prossima stagione: se l’argentino rispetterà alcune parametri (presenze, prestazioni e soprattutto gol) potrebbe far parte della rosa del Chelsea anche nella Premier 2019-2020

 

Piatek. Leonardo ha già pronto il nome del sostituto ed è uno di quelli che fa tremare le vene dei polsi: parliamo di Krysztof Piatek, attaccante del Genoa e vice capocannoniere della Serie A con 13 gol. Uno in meno proprio di Cristiano Ronaldo. La trattativa, portata avanti dall’AD rossonero dovrebbe prevedere un prestito oneroso da 10 milioni di euro e un riscatto a 30. Cifre importantissime, per un calciatore (classe 1995), che promette non bene ma benissimo. Attenzione, però. Ne ricordiamo un altro di attaccante che, sempre a Genova, segnò valanghe di gol prima di metterci un secolo a ritrovarli e ritrovarsi. Do you know Patrick Schick?

 

 

 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE