Cerca

Focus

Mancava Nappi e c’erano tutti. La Uefa si dimentica di Totti

L’account Twitter del massimo organismo calcistico europeo ha pubblicato una lista di sei attaccanti italiani, chiedendo di votare il più forte: assente l’ex Capitano della Roma. Pubblico giallorosso infuriato

25 Gennaio 2019

Mancava Nappi e c’erano tutti. La Uefa si dimentica di Totti

Image title

Nippo Nappi? Dite la verità: lo avete nascosto. Perché è davvero molto strano non trovarlo in questa lista prestigiosa, in compagnia di bomber memorabili come Dario Hubner, Stefan Schwoch e Andrea Tentoni. Dimenticati anche loro. Perché alla fine, i più grandi, ci sono tutti. Tutti tranne Francesco Totti. Nulla di grave: solo il miglior calciatore italiano del XX e del XXI secolo. Un’iperbole? Un’esagerazione? Non crediamo per niente. Per carità: ognuno ha i suoi gusti. E il cuore, il tifo, in campanile, in queste occasioni, fanno davvero la differenza. Quindi non saremo noi da queste colonne a cercare di convincere gli altri su chi è migliore di chi. Però, come si fa a dimenticare un signore che ha giocato 786 partite tra i professionisti (tra l’altro tutte con la stessa maglia) segnando ben 307 gol. In una sola frase: come si fa a dimenticare Francesco Totti? Ah boh. Bisognerebbe chiedere alla Uefa. 

 

La vicenda Inzaghi, Vieri, Di Natale, Toni, Baggio e Del Piero. Questa la short list che il massimo organismo del calcio europeo ha pubblicato sui propri canali Social. Avete letto bene. Manca qualcosa. Il nome del più importante numero dieci italiano degli ultimi venticinque anni. Non che gli altri siano scarsi, eh. Intendiamoci. Parliamo di tre campioni del mondo, di un bomber di provincia, di uno dei più completi centravanti che abbia mai calcato la Serie A e di una leggenda. Però: Totti! Come è possibile scordarsene? Come è possibile cancellare il secondo marcatore italiano di tutti i tempi?

Se lo sono chiesti anche i tifosi della Roma che hanno inondato l’account della Uefa con centinaia di commenti e messaggi privati. La risposta è arrivata puntuale: tweet cancellato e sostituito con una punizione bomba del “Pupone”. 

 

Caso rientrato. Peccato: noi ci saremmo battuti tantissimo per Nippo Nappi

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE