Cerca

25ª GIORNATA

CardioRoma, al 95' Dzeko fa volare i suoi: Frosinone ko

All'ultimo respiro il bosniaco regala tre punti-Champions a Di Francesco. Al vantaggio lampo di Ciano rispondono l'ex City e Pellegrini. Pinamonti illude lo "Stirpe", ma il Cigno lo gela: 2-3

23 Febbraio 2019

La Roma sbanca Frosinone,©Gambino

La Roma sbanca Frosinone,©Gambino

La Roma sbanca Frosinone,©Gambino

Il destino è così, si diverte a giocare con le emozioni. Questione di secondi, attimi. Una folata di vento ti scombina i piani, ti porta dall'inferno al paradiso. Rimane stregato lo "Stirpe" per il Frosinone colpito, a un passo dall'impresa, dal Cigno di Sarajevo. Dzeko viene stuzzicato dalla curva giallazzurra e indossa l'armatura del gladiatore nell'arena. Si accende tutto d'un tratto: settantadue secondi a cavallo della mezz'ora del primo tempo e il mezzo pasticcio di Olsen sul vantaggio di Ciano viene recuperato. In Ciociaria il Milan e la Fiorentina hanno pareggiato, la Lazio ha vinto di misura e CR7 solo nel finale, quindi a DiFra va bene anche una vittoria così. Sofferta, sudata, lottata fino all'ultimo.

Dzeko straripante, tre gol nel segno del bosniaco

Il Frosinone inizia a grandi ritmi: aggressione sui portatori di palla e propensione offensiva. Manolas mura Ciofani, ma subito arriva il vantaggio di Ciano: il gol più veloce della squadra di Baroni in Serie A - terzo in generale nella storia giallazzurra - è il prezzo da pagare per l'incomprensione tra Nzonzi e De Rossi, culminata nella papera di Olsen: il pallone gli scivola come una saponetta tra le mani e rotola inesorabile in rete. Ciano è fondamentale per il Frosinone, dai suoi piedi 7 gol e 1 assist. Poi l'attaccante di Marcianise si divora il raddoppio e Edin prende i cori della curva giallazzurra come una sfida personale: tac, 1-1. Tac, tiro dal quale Pellegrini realizza l'1-2 e il jolly sulla sirena in cooperativa con El Shaarawy.  Nella ripresa la Roma sembra sottotono, poco muscolare e il Frosinone per alcuni tratti si adatta. Si fa male Manolas, distorsione alla caviglia che probabilmente farà saltare al difensore greco il derby e il ritorno di Champions a Oporto. Entra Fazio e resta piantato sul cross per Pinamonti. L'arciere di Cles impatta. Ma è la serata del Cigno. Da perdere la testa, in attesa del derby. Quello vero. 


Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE