Cerca

L'INTERVISTA

Neri is back: "Trastevere, Tajarol e Ferazzoli"

Dopo la splendida rete messa a segno contro la sua ex squadra Lupa Roma, l'attaccante del Trastevere Marco Neri ha parlato di questo inizio di stagione

17 Ottobre 2017

L'esultanza di Marco Neri dopo il gol contro la Lupa Roma

L'esultanza di Marco Neri dopo il gol contro la Lupa Roma

Quando ha L'esultanza di Marco Neri dopo il gol contro la Lupa Romastoppato il pallone in corsa ed ha lasciato partire il suo destro terminato sotto l'incrocio dei pali si è alzato in piedi tutto il Trastevere Stadium. Lui è così, non è mai stato calciatore dalle mezze misure ed ha segnato tantissime reti meravigliose in carriera diventando di fatto uno dei giocatori più conosciuti del panorama laziale. Dopo aver avuto qualche problema fisico di troppo, è tornato a lucido dimostrando a tutti il suo valore ancora indiscusso e Marco Neri ha commentato così la sua "rinascita": "Lo spiego con i tanti sacrifici fatti quest'estate - precisa Neri - con un preparatore atletico personale che mi è stato dietro tantissimo e vorrei ringraziare Paolo pubblicamente per quello che ha fatto". Sono già 3 le reti messe a segno nelle prime 7 giornate di campionato e una stranissima coincidenza arrivata domenica scorsa con la rete messa a segno il 15 ottobre 2017 in Trastevere-Lupa Roma a 4 anni esatti dalla splendida rete siglata in D in Lupa Roma-Budoni il 15 ottobre 2013: "Di solito non credo alle coincidenze però quando ho letto grazie a te Valerio questa cosa onestamente mi sono venuti i brividi". Dal presente al prossimo futuro: "Il mio obiettivo - continua Neri - è quello di fare il meglio possibile e ripagare la fiducia della società e del mister Gardini di aver scommesso su di me dopo un anno difficile: il Trastevere per me è il top e vorrei rimanere qui a lungo". Una realtà serena con diversi punti di riferimento avuti da Marco Neri durante la sua carriera: "Stefano Tajarol per me è un fratello, ce l'ho tatuato sulla pelle, pero' ti devo dire che con Turazza, Bussi, Capodaglio, Perrulli, Morelli e Nanni mi ci sento quasi tutti i giorni e non posso non citarli così come allenatore Fabrizio Ferrazoli è quello che sento di più con piacere". Passato, presente e futuro di Marco Neri. MN7 è tornato e non vuole più fermarsi.



Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE