Cerca

COPPA ITALIA

Ostiamare ko, Barrago: "Il ritorno una scelta di cuore"

Nel turno preliminare della Coppa Italia di Serie D la formazione di mister Greco esce ai calci di rigore contro la squadra sarda giocando tutta la ripresa in 10: due giornate di squalifica per il nuovo attaccante biancoviola

30 Agosto 2018

Davide Barrago, portiere dell'Ostiamare

Davide Barrago, portiere dell'Ostiamare

COPPADavide Barrago, portiere dell'Ostiamare ITALIA - TURNO PRELIMINARE


OSTIAMARE - BUDONI 1-1 (5-6 DCR)


OSTIAMARE: Barrago, Di Iacovo, Calveri (33’st Galli), Bellini (34’st Blasi), Pieri (48’st Sarrocco), Martorelli, Cabella (33’st Dioguardi), Ferrari, De Iulis, Bertoldi (26’st Attili), Chinapah. A disp. Giannini, Sarrocco, Pedone, Scaccia, Olivetti. All. Greco.

BUDONI: Donini, Rodriguez (1’st Murgia), Pantano, Malesa, Farris, Varrucciu, Varela, Moro (26’st Musu), Pusceddu, Spano, Raimo. A disp. Trini, Tamponi, Saiu. All. Cerbone.

ARBITRO: Scatena di Avezzano

MARCATORI: 31’pt De Iulis (OM), 8’st Raimo (B).

NOTE: Al 41’pt espulso De Iulis (OM) per condotta scorretta. SEQUENZA RIGORI: Dioguardi (gol), Raimo (parato), Attili (parato), Malesa (gol), Ferrari (gol), Varrucciu (gol), Martorelli (fuori), Farris (alto), Barrago (gol), Spano (gol), Sarrocco (gol), Varela (gol), Galli (parato), Pusceddu (parato), Di Iacovo (parato), Pantano (parato), Blasi (alto) e Musu (gol).


L'Ostiamare 2018/2019 parte con una sconfitta ai calci di rigore maturata dopo essere passata in vantaggio nel primo turno preliminare della Coppa Italia di Serie D. Si qualifica il Budoni che, dopo aver subito la rete biancoviola firmata da De Iulis, approfitta della superiorità numerica nella ripresa (rosso diretto proprio allo stesso autore del gol De Iulis) e pareggia con Raimo passando il turno poi ai calci di rigore. A commentare il match ci ha pensato il portiere Davide Barrago che, tornato a vestire la maglia biancoviola dopo un precendente saluto, ha prima commentato il suo rientro in squadra: "Nel ritornare ad Ostia mi ha spinto il cuore, la voglia di non abbandonare la nave visto che comunque tanti grandi per vari motivi ci avevano lasciato. Non ti nego che l'esperienza a Malta era nei miei pensieri e l'avrei desiderata tanto ed anche altre situazioni fuori regione mi avevano stuzzicato per poter dimostrare la tanta voglia che ho dentro visto le difficoltà che ci sono qui per gli under ma alla fine ho scelto così". Una scelta ponderata che Barrago ha fatto con lo stesso entusiasmo di sempre: "I nostri obiettivi rimangono quelli dello scorso anno diventando magari la mina vagante del girone perché secondo me abbiamo tutti i presupposti per esserlo. La partita di ieri ci ha dato buone indicazioni malgrado la squadra sia molto giovane. Abbiamo dato dei segnali importanti dimostrando di essere una squadra matura e compatta soprattutto nel secondo tempo visto che siamo rimasti in dieci. Ci rifaremo". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE