Cerca

L'intervista

Andrea Sganga: "Bel sondaggio, vi racconto il mondo Ladispoli"

Vincitore della terza edizione del “migliore del weekend in Serie D”, il centrocampista classe 1993 del team tirrenico si confessa tra presente e futuro

01 Novembre 2018

Andrea Sganga

Andrea Sganga

Andrea Sganga

Viene apprezzata ogni settimana di più la nuova iniziativa di Gazzetta Regionale che punta a decretare per ogni giornata un migliore decretato dal voto degli utenti della pagina Facebook ufficiale che porta poi all’intervista del vincitore che, nello specifico, è il 25enne del Ladispoli Andrea Sganga che ci tiene subito a precisare: “L'iniziativa è davvero intrigante e spassosa, è stato simpatico combattere punto a punto e godersi poi il risultato finale - spiega il centrocampista - La votazione è stata presa con impegno ed entusiasmo anche dalla mia famiglia e dalla mia ragazza, avendo fatto il possibile per informare le altre persone del sondaggio in corso. Penso sia anche un ottimo modo per far conoscere alle persone un giornale molto interessante e professionale come Gazzetta Regionale”. Dai social al campo con il primo giudizio su queste 9 giornate di campionato: “Fin qui è stata una stagione particolare - racconta Sganga - siamo partiti un po' con il freno a mano tirato, anche per il fatto che abbiamo un'età media molto bassa, ora però la squadra ha cambiato decisamente rotta, e i tre punti arrivati mercoledì scorso su un campo difficile come il Quinto Ricci di Aprilia spero abbiano dato una bella impennata alla nostra stagione. Troppi rigori subiti a sfavore? Il dato dei rigori subiti è impietoso. Alcuni sono stati assai generosi, come testimoniano le immagini, come ad esempio contro l’Sff Atletico e l'Aprilia Racing, mentre gli altri sono frutto di nostri errori che stiamo cercando di correggere. Ma è comunque un dato su cui non mi piace soffermarmi. Sono convinto si sbagli sempre in buona fede”. Dai primi risultati al suo modello di riferimento in campo: “Alcuni dicono somigli a Kevin Strootman, ora con i capelli lunghi un po' meno ma prendo con piacere questo paragone, mi diverte molto. Il Ladispoli è una grande famiglia, ci conosciamo da 2 anni ed ho uno splendido rapporto con tutti. Se devo farti un nome, ti dico Gianluigi Salvato, ragazzo straordinario e grande giocatore, sempre disponibile dentro e fuori dal campo, una sicurezza. Il mister Bosco guida il Ladispoli da tre anni, cerca di trasmetterci la sua tranquillità e serenità durante la settimana e crede molto nella gestione del gruppo e nella rotazione interna”. Si chiude con un pensiero sulla prossima gara di campionato contro l’Ostiamare: “Domenica sarà una sfida importante, vogliamo confermarci e continuare a fare punti. Loro sono un'ottima squadra, che fa questa categoria da molti anni e sanno che queste sono le partite più importanti. Noi la stiamo preparando come sempre, ci faremo trovare pronti, indipendentemente da chi scenderà in campo. L'obiettivo del  Ladispoli è salvarsi il prima possibile giocando un buon calcio e facendo divertire i ragazzi di Ladispoli che ci supportano in casa ed in trasferta. Lavoriamo ogni giorno per regalare al Presidente Paris e al Direttore Nista le soddisfazioni che queste grandi persone meritano”. Chiaro, deciso e positivo: Andrea Sganga, uno dei giocatori più in forma del Ladispoli 2018/2019 che vuole continuare a stupire.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE