Cerca

GIRONE G

Ladispoli gode con Cardella e Pagliuca: Lupa ko al 93'

Partita ricca di emozioni al "Sale" dove la spunta la formazione di Bosco che si aggiudica 3 punti salvezza pesantissimi sconfiggendo la compagine di Amelia

18 Novembre 2018

Doppietta per Federico Cardella contro la Lupa Roma

Doppietta per Federico Cardella contro la Lupa Roma

LADISPOLI A.Doppietta per Federico Cardella contro la Lupa RomaSalvato 6, G.Salvato 6, Mastrodonato 6, Tollardo 6.5 (37’st Camilli sv), Gallitano 6.5, Lisari 6.5, M.Sganga 6 (25’st Zucchi 6.5), Bertino 6.5, Cardella 9 (40’st Pagliuca 8), De Fato 6.5, A.Sganga 6.5

PANCHINA Travaglini, Barone, Manzari, Maroncelli, Roscioli, Pallozzi Lavorante ALLENATORE Bosco 

LUPA ROMA Maltempi 6, Perocchi 6 (14’st Di Giovanni 7), Fe 6 (36’st Testi sv), Cacciotti 6.5, Romeo 5.5, Rebecchini 6, Loggello 6.5 (44’st M.Piano sv), Pompili 6, Tocci 6 (35’st Cuscianna sv), Ansini 6 (32’st Tomaselli), Scibilia 7

PANCHINA Gori, S.Piano, Prati, Azzawi ALLENATORE Amelia 

MARCATORI 27’pt Tocci (LR), 35’pt e 12’st Cardella (LAD), 41’st Di Giovanni (LR), 47’st Pagliuca (LAD)

ARBITRO Capriuolo di Bari,

ASSISTENTI Romano e Maione di Nola

NOTE ESPULSO 32’st Romeo (LR) per fallo da ultimo uomo AMMONITI Mastrodonato, Pagliuca, Fe. ANGOLI 3-14

RECUPERO 0'pt, 5'st


Sfida salvezza all’Angelo Sale di Ladispoli tra i rossoblu di Pietro Bosco e la Lupa Roma di Marco Amelia in occasione della tredicesima giornata, inerente il campionato nazionale dilettanti girone G. I locali devono riscattare il tennistico 6 a 0 subito in Sardegna dal Budoni nel turno infrasettimanale: la Lupa è reduce da tre, incoraggianti, pari di fila. Coraggio e spirito positivo che devono costantemente accompagnare la Lupa d’ora in avanti poiché, venerdì, la Procura Federale (testo intero nel comunicato 109) le ha tolto 2 punti: con la classifica riscritta il Ladispoli è sedicesimo, la compagine capitolina retrocede attualmente all’ultimo posto parziale. Pietro Bosco si affida a bomber Cardella come unico terminale offensivo per tornare a gioire, Marco Amelia punta sul 4-2-3-1 dove Scibilia è il fulcro di ogni manovra pericolosa da parte dei capitolini. Gli ospiti mostrano buona predisposizione al palleggio e disinvoltura nonostante la precaria posizione di classifica: per il Ladispoli il trauma subito in Sardegna si fa sentire nella prima mezz’ora. La sveglia ai locali la suona Tocci al 27’: il numero 9 classe 2001 stoppa magistralmente uno spiovente dalla sinistra scagliato da Fe, poi trafigge Salvato con un tocco da posizione defilata dolce e chirurgico che gonfia la rete all’incrocio dei pali. Reagisce la compagine rossoblu ed al 35’ il pari lo segna, dopo uno slalom in mischia, Cardella, bravo a superare Maltemi con un destro ad incrociare. Scorrono due minuti e Scibilia serve Tocci che, a due passi da Salvato si fa letteralmente ipnotizzare, schiacciando con la fronte sulle braccia del numero 1 locale la palla del nuovo vantaggio. La ripresa si apre nel segno di Cardella: Il classe 1994 elude il fuorigioco e brucia Maltempi con un sinistro radente: 2-1 al 57’ è nono centro stagionale per il puntero romano. La Lupa di Amelia gioca una sontuosa mezz’ora finale, rischia di capitolare subendo ripartenze soprattutto quando al 77’ resta in dieci per fallo da ultimo uomo commesso da Romeo sullo scatenato Cardella. I romani però, agguantano comunque il pari con una conclusione magistrale dai venticinque metri a giro di sinistro del neo entrato Di Giovanni al minuto 87, poi però, giocando a quel punto con una squadra a trazione anteriore, beccano un contropiede su cui Pagliuca mette la firma per il 3 a 2 scaccia fantasmi per Bosco ed il Ladispoli: rete pesantissima siglata con freddezza da Pagliuca col sinistro in diagonale.



Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni