Cerca

l'intervista

Cynthialbalonga, Camerini tuona "Stanchi dei torti arbitrali"

Il presidente castellano partendo dall'ultimo match contro l'Aprilia si sfoga dopo i presunti errori da parte dei direttori di gara

16 Febbraio 2021

Bruno Camerini

Il presidente della Cynthialbalonga Bruno Camerini

La Cynthialbalonga è amareggiata. L’esordio casalingo di mister Roberto Chiappara (reduce da due gare esterne consecutive che hanno regalato una vittoria e una sconfitta nei primi giorni della sua esperienza 2.0 sulla panchina azzurra) si è concluso con uno 0-0 non brillantissimo contro l’Aprilia. Un match in cui la formazione di casa non ha sfoderato una grande gara, ma sul risultato finale pesano (secondo il club castellano) ben quattro situazioni arbitrali che hanno visto penalizzata la formazione del presidente Bruno Camerini. Il massimo dirigente, che quasi mai si lascia andare a dichiarazioni polemiche a fine gara, era molto turbato negli spogliatoi del Bruno Abbatini di Genzano: "Non abbiamo giocato una grande partita, ma come possiamo commentare una gara così condizionata dalle decisioni arbitrali? Nel primo tempo, poco prima dell’intervallo, il nostro Van Ransbeeck è stato colpito da una gomitata a gioco fermo: il direttore di gara ha richiamato i giocatori protagonisti dell’episodio, ma non ha preso provvedimenti di alcun tipo. Ancor più incredibile quello che è successo nella ripresa: un difensore dell’Aprilia già ammonito ha falciato in maniera evidente Cardella scattato sulla fascia destra, ma l’arbitro ha segnalato un inesistente fallo di mano del nostro attaccante. Poco prima era stato annullato per fuorigioco un gol di testa di Mazzei, partito di almeno due metri in posizione regolare. Infine, l’episodio finale della fuga di Cardella fermato al limite con uno strattone plateale sempre dallo stesso difensore di prima dell’Aprilia: anche in questo caso, incredibilmente, l’arbitro ha lasciato correre. Tutti questi episodi sono stati immortalati dalle telecamere che riprendevano la gara, quindi parliamo con cognizione di causa. Sinceramente siamo stanchi perché gli episodi contrari si sono ripetuti in questa stagione: siamo sempre stati in silenzio, ma ora siamo stanchi". La Cynthialbalonga, che è sempre al quinto posto del girone F, tornerà a giocare tra le mura amiche domenica prossima nel primo match di ritorno contro la Recanatese.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE