Cerca

l'intervista

Aprilia, Falasca: "Voliamo bassi e rimaniamo umili. La strada è lunga"

Parola al centrocampista biancazzurro, l'autore del gol vittoria che ha steso l'Afragolese nell'ultima giornata 

07 Ottobre 2021

Falasca

Gianmarco Falasca (Foto ©Claudio Cesetti)

E' stata un'Aprilia sicuramente bella da vedere e che è stata in grado di impensierire già alcune delle big del girone G di Serie D. La squadra di Galluzzo è partita con il piede teso sull'acceleratore e dopo il pari rocambolesco contro il Gladiator all'esordio ha inanellato le due vittorie contro Vis Artena e Afragolese. Contro quest'ultima è stata decisiva la perla di Gianmarco Falasca. Il centrocampista ha abbattuto l'undici di Fabiano con un gol tanto bello quanto pesante. "Siamo partiti bene e questo è molto importante essendo un gruppo nuovo e una squadra giovane – sostiene proprio il classe 1993 -. Sicuramente questa partenza ci dà fiducia, entusiasmo e motivazioni per continuare. Non era assolutamente scontato, ci siamo fatti trovare pronti. Ma sono appunto soltanto tre giornate e la strada è ancora molto lunga. Ci sono squadre importanti e che sono in ritardo ma che sicuramente troveremo in alto alla fine dell'anno. Il nostro obiettivo è cercare di arrivare alla salvezza il prima possibile e soltanto una volta raggiunta questa soglia tireremo le somme. Voliamo bassi, rimaniamo umili e pensiamo solamente a questo. Se poi le cose andranno bene si fa sempre in tempo a sognare qualcosa in più. Riguardo l'Afragolese, è stata una bella partita, l'abbiamo preparata bene. Meritavamo la vittoria, sono contento che poi sia arrivata con un mio gol. A questo punto penso che l'Afragolese mi porti fortuna visto che anche l'anno scorso ero riuscito a fare gol. Quest'anno abbiamo già segnato con diversi giocatori e questo è un segnale positivo, seguiamo l'azione con tanti elementi e sono contento che in tanti stiamo trovando fiducia. E' fondamentale trovare lo spirito giusto e una grande unione, dobbiamo proseguire così. Il campionato sarà lungo e molto impegnativo tra campane e sarde, ed anche nel Lazio da un paio di anni si sono compiuti investimenti corposi. Il livello si è alzato, non sarà per nulla facile. Perciò testa bassa e pedalare".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE