Cerca

l'intervista

Galesio: "Non mi sento un idolo, mi piacerebbe diventarlo per questa piazza"

Parola all'attaccante e trascinatore del Cassino, il vincitore dell'ultimo sondaggio social di Serie D

19 Novembre 2021

Galesio

Luis Fabian Galesio (Foto ©Cassino)

Con 121 reactions Luis Fabian Galesio ha vinto il sondaggio social di Serie D dell'ultima giornata di campionato, la nona, in cui ha trascinato con una doppietta gli azzurri sul campo del Gladiator. Queste le sue parole. 

Che ne pensi del nostro sondaggio social?

"E' una bella iniziativa, soprattutto per i tifosi e per le persone che seguono la Serie D".

Ti aspettavi di vincerlo?

"C'erano tutti colleghi importanti, però sapevo che la gente che mi vuole bene mi avrebbe aiutato". 

State attraversando un buon momento di forma. Dopo le dimissioni di mister Grossi avete ritrovato gli stimoli giusti?

"La verità è che qui siamo tutti felici. Personalmente ho avuto un infortunio e per quattro partite non sono riuscito a giocare e aiutare la squadra, abbiamo perso punti e mister Grossi si è dimesso. Mi è dispiaciuto tanto. Poi, con l'arrivo di Imperio Carcione è cambiata l'aria, ci ha aiutato a ritrovare gli stimoli giusti e la positività che ci stava un pò mancando".

Domani affronterete la Vis Artena che vi ha battuto in Coppa. Stavolta che partita sarà?

"E' una squadra molto forte con giocatori di esperienza. Ci ha battuto in Coppa ma credo che domani sarà una partita molto diversa. Tutte e due vogliamo vincere e adesso abbiamo un'altra idea di gioco, siamo in un momento positivo e secondo me potrebbe decidersi con un episodio. Perciò dobbiamo stare attenti e giocare con umiltà, sacrificio e per il compagno".

A livello personale, come ti stai trovando a Cassino?

"Mi sto trovando molto bene. La società mi ha dimostrato la sua fiducia dal primo minuto. Anche i compagni hanno fiducia in me e gli Under mi ascoltano quando gli do dei consigli. Anche questo per me è molto importante e un domani si ricorderanno di me come giocatore e come persona". 

Sei già un idolo per i tifosi. Quanto vale per un giocatore l’affetto del pubblico?

"In realtà non mi considero ancora un idolo. Mi piacerebbe diventarlo perché Cassino è una piazza davvero importante. Avremo sempre bisogno dei nostri tifosi, senza di loro è tutto molto più difficile". 

Ti sei dato un obiettivo in termini di gol?

"Non ho un obiettivo in questo senso. Penso sempre a quelli del gruppo, poi se faccio tanti gol ben venga". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE