Cerca

l'intervista

Fabrizio Tirelli: "Essere all'Ostiamare è per me motivo di vanto"

Dopo Marcheggiani anche il centrocampista approda dal Rieti alla società biancoviola dell'Anco Marzio 

31 Dicembre 2021

Fabrizio Tirelli

Fabrizio Tirelli, nuova mezzala dell'Ostiamare

Roberto Di Paolo non si ferma a Marcheggiani ma regala alla piazza bianco viola dell’Ostiamare un altro pezzo da novanta, stavolta per il centrocampo: Fabrizio Tirelli. Classe 1990 Tirelli giunge dal Rieti: club dove ha militato addirittura per sei stagioni, anche se non consecutive. "Per me -racconta Tirelli- giungere all’Ostiamare è motivo di vanto. In un‘epoca dove imperversa la pandemia approdare in una società ambiziosa è veramente molto importante" Cresciuto nel settore giovanile della Roma, Tirelli è la classica mezz’ala che a centrocampo può essere adattata anche ad altri ruoli vista l’esperienza, molto vasta, accumulata nel corso degli anni prevalentemente nel campionato di serie D. "Conosco bene il girone G: vi ho preso parte per diverse stagioni. L’Ostiamare sta interpretando bene l’annata. Io entro nel gruppo diretto da Gardini in punta di piedi. Sono a completa disposizione del mister: il mio l’intento è far lievitare, insieme a Francesco (Marcheggiani ndr) il livello della rosa nel suo complesso" Carriera importante quella dell’ex Rieti, contraddistinta da molte tappe importanti, soprattutto in tenera età. "Forse da giovane potevo fare meglio ma non è corretto vivere di rimpianti piuttosto è salutare dare sempre il massimo per ciò che si deve fare innanzitutto con estrema passione proprio per non dover volgere lo sguardo indietro, con pensieri magari sbagliati. Bisogna guardare sempre avanti e in maniera positiva: Ostia per me ora è il massimo"
Tra le passioni della nuova stella biancoviola i viaggi e gli orologi. "Ero pantofolaio -conclude Tirelli- e lo sono ancora un po’ a dirla tutta ma grazie alla mia compagna, ora viaggio molto di più e ciò mi rende sereno oltre che felice. Gli orologi sono oggetti che colleziono con piacere ma niente di particolare o sontuoso insomma". Orologi uguale tempo che passa: nel 2022 l’Ostia Mare avrà due bocche di fuoco in più: Marcheggiani e Tirelli: botti di fine anno, si può tranquillamente dire..

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE