Cerca

l'intervista

Gianmarco De Crescenzo: "Viareggio il top. Grazie Aprilia, sogno i Pro"

Il centrocampista classe 2003 commenta l’ultima esperienza vissuta con la Rappresentativa Serie D dove si è messo in mostra

01 Aprile 2022

De Crescenzo

Gianmarco De Crescenzo (Foto ©LND)

Ha disputato fin qui una stagione positiva con la maglia dell’Aprilia in Serie D e questa è valsa la convocazione per il Torneo di Viareggio dove ha giocato tutte le gare disputate dalla Rappresentativa Serie D: Gianmarco De Crescenzo è pronto per il finale di stagione ed ha un sogno nel cassetto.

Buongiorno Gianmarco, nell’ultima sfida è arrivato un pareggio esterno contro la Cynthialbalonga: che partita è stata e come giudichi questa prima stagione con la maglia dell’Aprilia?

"La partita di mercoledì è stata sicuramente una gara di livello dove tutte e due le squadre hanno provato ad esprimere il proprio gioco. Penso che il pareggio sia un risultato corretto. Sono molto contento di come stia andando questa stagione per questo devo ringraziare Società e mister Galluzzo per le opportunità che mi hanno dato, cercherò di farmi trovare pronto anche per questo fine stagione".

Sei stato convocato ed hai giocato titolare tutte le gare con la Rappresentativa Serie D al Torneo di Viareggio: che esperienza è stata per te e cosa ti ha lasciato partecipare a questa manifestazione?

"Partecipare ad un Torneo così prestigioso è stata sicuramente una grande soddisfazione personale. È stata un'esperienza che mi ha fatto crescere e che mi ha dato l'opportunità di confrontarmi con realtà professionistiche".

In carriera chi è l’allenatore che ti ha fatto crescere di più dal punto di vista calcistico e dal punto di vista umano? Quale è l’esperienza migliore vissuta da calciatore fin qui?

"Ogni allenatore che ho trovato sulla mia strada mi ha insegnato qualcosa che ha contribuito alla mia formazione come calciatore. Come esperienza ad oggi sicuramente Viareggio, in quanto mi ha permesso di toccare con le mie mani il mondo professionistico".

Quale è il tuo massimo riferimento nel tuo ruolo da cui cerchi di imparare per crescere?

"Non ho un giocatore in particolare a cui mi ispiro però cerco sempre di focalizzarmi sui centrocampisti in modo da rubare giocate e movimenti per poi riproporli in campo".

Hai un sogno nel cassetto nel mondo del calcio e nella vita?

"Il mio sogno ed obiettivo è quello di diventare un calciatore professionista".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE