Cerca

la novità

Montespaccato Savoia, il primo acquisto è la nuova mascotte

A sceglierla l’ex Diego Gambale e il "Duca del gol". "Un gesto concreto contro il triste fenomeno dell’abbandono degli animali"

21 Maggio 2022

Calì, Gambale e la nuova Savoia

Calì, Gambale e la nuova Savoia

Un modo del tutto irrituale per aprire la campagna acquisti. È quello scelto dal Montespaccato, che parte annunciando anziché nuovi calciatori, la nuova mascotte. Dopo la scomparsa di "Savoia" cagnolina abbandonata che era entrata nello spogliatoio degli azzurri in quel di Cantalice nel corso dell’amichevole con il Rieti della prima stagione del Montespaccato rinato sotto l’egida di "Talento & Tenacia", è ora la volta di una nuova cagnetta, anch’essa abbandonata e soccorsa dai volontari dell’ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali) a Cassino e poi ricoverata in un rifugio a San Giovanni Incarico. La straordinaria somiglianza con Savoia ha indotto la Società di Via Stefano Vaj a attribuirgli lo stesso nome. A prenderla in consegna stamani i due più importanti bomber azzurri che nel tempo si sono scherzosamente "affidati" alla cagnolina portafortuna, conseguendo entrambi con il Montespaccato il titolo di capocannoniere: Diego Gambale, protagonista di una bellissima stagione nel Montevarchi ed autore di 12 reti al suo esordio nel professionismo ed Aimone Calì, 12 reti in 17 presenze in una stagione che lo ha visto assente nella fase decisiva a causa di infortunio.

"Siamo felici - dichiarano all’unisono Aimone e Diego - di aver scelto noi la nuova mascotte del Montespaccato e ci auguriamo che porterà la stessa fortuna, allegria e buonumore a tutta la squadra che sarà allestita per la prossima stagione".

"Il mio legame affettivo con il Montespaccato - aggiunge il centravanti del Montevarchi - è un valore che accompagna la mia carriera anche nel professionismo. Qui ho vissuto e lasciato rapporti umani che mi hanno aiutato a raggiungere i miei obiettivi agonistici".
“Sono pronto - conferma Calì - ad affrontare una nuova stagione con il Monte. E sono sicuro - aggiunge - che riusciremo a raggiungere obiettivi ancora più ambiziosi. Magari - conclude sorridendo - anche grazie alla nostra nuova mascotte”.
“Attraverso la scelta di una nuova mascotte - ha dichiarato il Presidente Massimiliano Monnanni - vogliamo dare un contributo fattivo rispetto al triste fenomeno dell’abbandono degli animali domestici e da compagnia ed in particolari i cani che caratterizza la stagione estiva ed enfatizzare il ruolo prezioso e spesso silente che organizzazioni come ENPA ed altre svolgono quotidianamente per la tutela e il soccorso degli animali abbandonati”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE