Cerca

la lettera

Enrico Pagliaroli: "Tivoli, grazie di tutto. Nessuno scalfirà mai questo ricordo"

Riceviamo e pubblichiamo la lettera dell'ormai ex direttore sportivo dei tiburtini 

27 Maggio 2022

Pagliaroli

Enrico Pagliaroli (Foto ©New Light)

Dopo le indiscrezioni che via abbiamo dato ieri sera, riceviamo e pubblichiamo la lettera dell'ormai ex direttore sportivo della Tivoli, Enrico Pagliaroli, che saluta e ringrazia tutto l'ambiente amarantoblù lasciando il proprio ruolo. 

"Ci tenevo a ringraziare tutti voi per l'affetto dimostrato nella mia persona prima che nel professionista. E' stato un anno intenso vissuto al massimo dal primo giorno del mio rientro nella società per la quale sono prima tifoso e poi il direttore sportivo. Abbiamo vissuto insieme tanti successi e gioito tante volte come mai nella storia di questa società, macinando record su record. Abbiamo anche vissuto delusioni che ancora bruciano, perché perdere una Coppa Italia come l'abbiamo persa noi sarebbe stato un macigno insostenibile per tante squadre. Nonostante tutto abbiamo lasciato che il sole bruciasse le ferite, perché il dolore segna l'inizio della guarigione e ci siamo rialzati più forti di prima, più forti delle chiacchiere e delle insinuazioni. Abbiamo ripreso il passo spedito, senza alcun indugio e senza alcuna paura vincendo un campionato che ancora non ci apriva le porte del Paradiso, perché mancava un ultimo passo. Ci siamo abbracciati, sostenuti, abbiamo cercato le nostre certezze, per questo ultimo passo, con un solo pensiero in testa non gridato, masticato e fatto di attesa. Vincere davanti tutto e tutti. Questo ci ha portato ad entrare nella leggenda, questo ci renderà sempre indimenticabili nella storia di questa società, questo ha fatto esplodere di gioia una città intera e tutti i nostri meravigliosi tifosi che hanno gioito con noi a Frascati e poi ci hanno sostenuto, come mai si era visto, nella nostra fortezza. Noi saremo e resteremo sempre vivi e impressi nella loro memoria e nessuno potrà mai scalfire questo ricordo. Grazie ragazzi, grazie da tifoso, grazie da direttore e grazie di tutto. Grazie di avermi regalato tutte queste emozioni, grazie a tutta la mia famiglia che mi ha sostenuto nei momenti difficili, grazie a chi mi ha dato la possibilità di fare calcio nella mia Tivoli. Grazie a tutti i tifosi che ogni domenica non hanno mai fatto mancare il loro sostegno e affetto alla squadra e alla mia persona. Quello per cui ero tornato è stato conquistato. Ora è arrivato il tempo di andare, di lasciare e di tornare ad essere un tifoso di questi colori che spero possano sempre gioire e avere tante soddisfazioni". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE