Cerca

l'intervista

Pomezia, Christian Oi: "Combatto per la maglia della mia città, non c'è cosa più bella"

L'intervista al centrocampista rossoblù, il vincitore dell'ultimo sondaggio social di Serie D

15 Settembre 2022

Oi

Christian Oi, vincitore dell'ultimo sondaggio (Foto ©Torrisi)

Christian Oi è il vincitore dell'ultimo sondaggio di Serie D. Il centrocampista del Pomezia si è messo in luce nella trasferta dei rossoblù sul campo della Sarrabus Ogliastra dove la squadra di Venturi ha raccolto la seconda vittoria consecutiva. Ecco la sua intervista.

Come hai accolto la vittoria nel nostro sondaggio?

"Mi ha fatto molto piacere essere stato eletto come miglior calciatore dell'ultima settimana".

Che partita è stata l'ultima in Sardegna?

"Abbiamo ottenuto una bella vittoria, fuori casa non è mai scontato vincere e lo abbiamo fatto contro un'ottima squadra. La prestazione è stata quasi perfetta da parte di tutti e vincere fuori casa dà sicuramente uno stimolo in più. A livello personale ho trovato il secondo gol in due partite e sono molto felice. Li dedico soprattutto a mio padre che non ha mai smesso di credere in me, ed anche a Romeo Mezzina".

Come ti trovi a Pomezia?

"Sono a casa, combatto per la maglia della mia città, non c'è cosa più bella. Qui ho ritrovato me stesso e per questo ringrazio la società per aver sempre creduto in me".

E con mister Venturi e con il gruppo come ti stai trovando?

"E' un grandissimo mister, mi ci trovo bene. Mi ha trovato un ruolo più avanzato e per ora sta andando tutto alla grande. Il gruppo è unito, siamo una famiglia a tutti gli effetti. 

Domenica ritroverete la Lupa. Che partita ti aspetti?

"L'abbiamo incontrata in Coppa perdendo 2-0, ma domenica non sarà la stessa partita. Lì avevamo meno giorni di allenamento rispetto a loro e dovevamo ancora amalgamarci". 

Quali sono i vostri ed i tuoi obiettivi stagionali?

"Il primo obiettivo è mantenere la categoria. Ma da parte mia sono convinto che faremo anche di più. A livello personale è di dare tutto per questa maglia, sperando magari in una futura chiamata dal professionismo... Devo tantissimo al presidente Bizzaglia e al direttore Mezzina, i primi a credere in me nel momento di maggiore difficoltà. Un grazie particolare anche al dottor Stazi". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE