Cerca

Bertollini

Roma troppo forte, l'Urbe si arrende in finale

In via della Pisana per la finale del Bertollini si incontrano nuovamente le squadre protagoniste della finale regionale

30 Giugno 2018

In foto la Roma alza il trofeo nella finale regionale

In foto la Roma alza il trofeo nella finale regionale

TORNEO BERTOLLINI - FINALE

URBETEVERE - ROMA 0-3

URBETEVERE Della Sala 5.5, Lo Schiavo 5.5 (12’st Buffa 6), Chillè 6 (26’st Galli sv), Menchinelli 6, Falcone 5.5, Gargliardi 5.5 (20’st Vultaggio 6), Giuncato 5.5 (28’st Mercanti), Campana 5.5, Gennari 6 (31’st Mercurio sv), Legnante 5.5 (31'pt Capozzi), Farfarelli 6 PANCHINA Bindi ALLENATORE Barba

ROMA Semprini 6.5 (28’st Baldi sv), Missori 7 (30’st D’Alessio L. sv), Falasca 7, Pisilli 6.5 (26’st Cupellaro sv), Pellegrini 7, Catena 6.5, Padula 8 (28’st Ruggiero sv), D'Alessio F. 7 (10’st Mirimich 6.5), Rossi 8.5 (23’st Fulvi 6.5), Pagano 7, Koffi 7.5 (31’st Corvino sv) PANCHINA - ALLENATORE Rubinacci

ARBITRO Pizzicoli di Roma Uno, 6.5

ASSISTENTI Panatta di Roma Uno, Poggetti di Roma Uno

MARCATORI 25’pt Rossi (R), 5’st Padula (R), 21’st Rossi (R)

NOTE Ammoniti Menchinelli (U), Chillè (U), Vultaggio (U) Angoli 3-6 Fuorigioco 5-0 Rec. 2'pt-3'st


In foto la Roma alza il trofeo nella finale regionale

Urbetevere e Roma scendono in campo per la finalissima del torneo Lorenzo Bertollini in un revival di quella che è stata la finale regionale della categoria Giovanissimi Fascia B giocata a Pomezia il 12 maggio scorso. A più di un mese e mezzo di distanza da quel match molti giocatori dell’Urbe hanno già le valigie pronte per fare il salto di qualità con il passaggio in squadre professionistiche, mentre la Roma è il solito saldo gruppo che rifilò 4 gol ai ragazzi di mister Barba. L'inizio della partita palesa quello che sarà il copione del resto dell’incontro, con i ragazzi di Rubinacci che partono benissimo e con la giusta voglia di far risultato. Nelle fila casalinghe invece la squadra sembra più preoccupata di non subire un'altra goleada che di creare gioco e si limita rendersi pericolosa in ripartenza. All’8’ arriva la prima occasione targata Roma con Padula che raccoglie il passaggio di un compagno al limite, si libera il tiro e lo prova ma sfila alto sopra la traversa. Insistono i giallorossi che 2’ più tardi hanno una buona occasione con Pagano ma il suo tiro termina su un difensore, sulla ribattuta la palla termina proprio sui piedi di Koffi che tira poco alto sopra la traversa dallo spigolo dell’area piccola. Al 20’ Missori mette un tiro-cross che spaventa il portiere avversario sfiorando l'incrocio sinistro dei pali. Al 24’ Chillè salva la porta deviando in angolo una punizione insidiosa di Pagano. Sugli sviluppi del corner ancora un salvataggio sulla linea questa volta di Giuncato che respinge il tiro di Koffi. Erano solo le prove generali perché al 25’ da un cross dalla fascia sinistra di Falasca Rossi stacca più in alto di tutti e batte il portiere. Alla mezz'ora Urbetevere ancora non pervenuta, squadra troppo bassa e schiacciata nella propria metà campo riducendo così le soluzioni offensive; i padroni di casa inoltre soffrono il gioco a centrocampo della Roma e non riescono per questo a rendersi pericolosi. Urbe che si rende pericoloso al 31’ quando da un cross perfetto dalla fascia sinistra ed indirizzato sul secondo palo Gennari non arriva sul pallone davvero di un niente. La ripresa inizia sulla falsa linea del primo tempo e al 5’ la Roma raddoppia: Koffi è imprendibile, corre sulla sua fascia di competenza e arrivato sul fondo mette un cross a rimorchio per Padula che non sbaglia e sigla il 2-0. Al 9’ un lancio lungo nelle fila dell’Urbe trova la difesa avversaria impreparata e Farfarelli con un pallonetto supera il portiere avversario, neanche il tempo delle esultanze però che l’arbitro blocca tutto per offside, annullando il gol che avrebbe riaperto il match. Al 14’ capitan Pagano mette un pericolosissimo cross basso che colpisce il palo e termina fuori. Al 16’ sugli sviluppi di un corner Capozzi si ritrova sui piedi la palla del possibile 2-1 ma il suo tiro dal limite dell’area piccola viene deviato in maniera decisiva da un difensore. Al 21’ Falasca scende sulla fascia e mette un cross basso tra il portiere e la difesa sul quale Rossi si avventa segnando di tacco. Al 33’ Vultaggio sfiora il gol dopo aver raccolto il pallone in area su un cross dalla destra di un compagno. L'ultima occasione è di Pagano su calcio di punizione che liscia la traversa volando fuori. Al triplice fischio esulta nuovamente la Roma che può alzare al cielo il trofeo dedicato a Lorenzo Bertollini.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE