Cerca

L'Intervista

Aurelio, Pellegrini: "Che orgoglio battere la Roma"

Il tecnico amaranto parla della grande impresa casalinga contro i giallorossi e dei prossimi impegni che attendono i suoi

26 Febbraio 2020

Roberto Pellegrini, tecnico dell'Aurelio

Roberto Pellegrini, tecnico dell'Aurelio

Roberto Pellegrini, tecnico dell'Aurelio

Sabato l'Aurelio si è reso protagonista di quella che può essere definita una vera e propria impresa, battendo 3-2 tra le mura amiche la Roma e conquistando tre punti di fondamentale importanza per la corsa alla salvezza. Abbiamo contattato il tecnico amaranto, Roberto Pellegrini, che ci ha fornito la propria analisi del match esprimendo tutta la sua soddisfazione: "Battere una società professionistica come la Roma non è cosa da tutti i giorni. Considerando poi che loro erano venuti con la squadra quasi al completo, eccezion fatta per Belmonte che è un grandissimo talento e sicuramente avrebbe dato qualcosa in più. È stata una partita sorprendente non solo dal punto di vista del risultato ma perché è arrivato meritatamente. Noi abbiamo fatto in modo di chiudergli tutti gli spiragli di manovra, rispettandoli e conoscendo il loro immenso valore tecnico, provando poi sempre a pungere in contropiede. Loro salivano con tanti effettivi, spingendo molto anche con i due terzini, noi abbiamo provato ad essere il più aggressivi possibili a centrocampo, perché se gli lasci spazio diventano devastanti, e poi sempre pronti a ripartire in maniera organizzata. Proprio su due contropiedi perfetti siamo andati sul doppio vantaggio, poi prima del duplice fischio loro hanno meritatamente accorciando le distanze. Nella ripresa, loro hanno messo anche forze fresche in attacco, noi siamo però riusciti a riportarci sul doppio vantaggio ed a resistere chiudendo 3-2". Un risultato del genere può sicuramente dare una spinta ulteriore agli amaranto nell'inseguimento al sogno salvezza, che per il momento dista quattro lunghezze. Nel prossimo periodo i ragazzi di Pellegrini saranno impegnati in tre sfide molto importanti in questo senso, come confermano le parole dell'allenatore: "Noi venivamo da una sconfitta di misura contro l'Ottavia, dove purtroppo ci mancavano cinque titolari per infortunio. I punti persi ci hanno fatto un po’ male in graduatoria e questo successo prestigioso ce li ha in un certo senso riconsegnati. Ora avremo tre finali in quanto affronteremo Ostiamare, Dabliu e Trastevere. In particolare le ultime due sono delle dirette concorrenti e dunque questo trittico potrà dirci tanto sulla nostra corsa alla salvezza. Noi ci proveremo fino alla fine e speriamo di riuscire a realizzare quella che sarebbe una grande impresa. Comunque abbiamo veramente un buon gruppo ed il percorso di crescita lo stiamo intraprendendo nel migliore dei modi, indipendentemente da quello che sarà poi il risultato finale".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE