Cerca

Focus

Alla scoperta del Cassino: organizzazione e bel gioco

I biancazzurri stanno disputando un buon campionato e stanno ricevendo molti attestati di stima degli avversari, l'obiettivo è la salvezza il prima possibile

12 Marzo 2020

Un'esultanza del Cassino ©Torrisi

Un'esultanza del Cassino ©Torrisi

Un'esultanza del Cassino ©Torrisi

"Innanzitutto mi sento di fare i complimenti al Cassino perché sono una delle squadre che in casa nostra ci ha messo più in difficoltà, sono scesi in campo con il massimo impegno e nelle loro fila vantano anche delle individualità molto importanti". Queste sono le parole di Francesco Ruperto, tecnico del Giardinetti quarto in classifica ed in piena lotta per i playoff, che nell'ultimo turno di campionato ha battuto 2-1 tra le mura amiche il Cassino. Non si tratta tra l'altro dell'unico attestato di stima ricevuto dai biancazzurri infatti anche Papotto, tecnico della Lodigiani che li aveva affrontati la settimana prima, ci aveva tenuto a far loro i complimenti per la prestazione offerta. Sono attestati assolutamente meritati, perché la compagine guidata da mister Sergio Zappoli si sta dimostrando una squadra con dei valori importanti, che vanta un'ottima organizzazione tattica e mette in mostra un calcio propositivo. Una formazione che cerca di fare sempre il proprio gioco, sia in casa che fuori ed indipendentemente dall'avversario che si trova di fronte, provando a costruire l'azione da dietro senza mai buttare il pallone. I biancazzurri, da neopromossi, stanno disputando un buon campionato: si trovano al momento a +8 sulla zona retrocessione, si sono tolti belle soddisfazioni in sfide contro avversari dal grande blasone e stanno intraprendendo un percorso di crescita importante. Non a caso, diversi loro talenti sono finiti sotto la lente d'ingrandimento di club professionistici: ad esempio il centrocampista offensivo Matteo Parisi, l'esterno sinistro Matteo Del Chiappa, il portiere Iacopo Ierardi, la punta Valerio Valentino e l'ala Luigi Spinosa. Questa è sicuramente un'ulteriore conferma dell'ottimo lavoro che tutto lo staff sta svolgendo con questo gruppo, oltre che un motivo d'orgoglio non da poco per il club. L'obiettivo ora per i ragazzi di Zappoli è cercare di raggiungere la matematica salvezza il prima possibile, per esprimersi poi con la mente più libera e continuare al meglio questo percorso di crescita già molto positivo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni