Cerca

Provinciali

Scuola dei Leoni, Piombarolo: "Una stagione fantastica"

Il tecnico dell'Under 14 nonché responsabile della didattica nella scuola calcio ci ha raccontato l'annata e come si vive all'interno del giovane club

06 Maggio 2020

Emanuele Piombarolo

Emanuele Piombarolo

Emanuele Piombarolo

Un grandissimo percorso quello compiuto quest'anno dai ragazzi della Scuola dei leoni nella loro prima esperienza nell'agonistica, che li ha visti non solo evolversi settimana dopo settimana, migliorando notevolmente il proprio bagaglio di conoscenze sul campo, ma anche vincere e divertirsi: e quando si riesce ad abbinare crescita, in primis, e risultati sportivi, vuol dire che si sta lavorando veramente bene. Ne abbiamo parlato con il tecnico, Emanuele Piombarolo. “Con i ragazzi ci siamo sentiti e visti attraverso meeting concordati in video: personalmente questi appuntamenti mi hanno aiutato moltissimo, i ragazzi ti danno veramente tanto, sono uno stimolo continuo. Cerchiamo di portare per loro qualcosa di diverso settimana dopo settimana, è un piacere per me impegnarmi in questo senso con loro”. La stagione, come detto, è stata più che positiva fino allo stop. “Assolutamente sì, è andata al di là delle aspettative e la cosa che più mi ha inorgoglito è stata la crescita individuale, prima ancora che collettiva, in questi ragazzi. Sapevamo comunque a inizio campionato di avere a disposizione un gruppo in grado di giocarsi le proprie carte per la vittoria, ma, sinceramente, non immaginavamo in questi termini. Sicuramente la società ha lavorato molto bene, perché oltre al gruppo cresciuto insieme lo scorso anno è stato aggiunto un 30% di ragazzi nuovi grazie a un grosso lavoro di scouting. Lo staff che mi è stato messo a disposizione, poi, è stato davvero di tutto rispetto, dal mio collaboratore, uomo esperto, che ha fatto le sue categorie, al mio preparatore atletico, grande professionista con un passato nella scuola calcio della Roma. Insomma i presupposti per far bene c'erano tutti e i ragazzi si sono rivelati straordinari, vincendo quasi tutte le partite. E considerando che noi qui lavoriamo per la crescita prima che per il risultato e che questo non è altro, secondo la nostra visione, che una conseguenza delle competenze acquisite dai giocatori, non posso che dirmi felice di quanto fatto. Peccato esserci fermati, sarebbe stato un finale di stagione che ci avrebbe fatto divertire sicuramente”. Chiediamo a mister Piombarolo un ricordo sul campo con i suoi ragazzi. “Mi viene subito in mente l'ultima partita disputata prima dell'interruzione, con la Vivace Furlani a Grottaferrata. In una cornice di pubblico molto bella – anche loro una bella forza nel nostro girone – è venuto fuori un pomeriggio di calcio bellissimo, di quelli che oggi mancano. Abbiamo vinto 3-0 e a fine partita ci hanno fatto i complimenti... insomma, una festa completa”. Emanuele Piombarolo è stato uno fra i primi tecnici a essere coinvolto nel progetto Scuola dei Leoni: ha visto questa realtà crescere velocemente. “Sì, inizialmente forse c'era un po' di diffidenza, alcuni forse pensavano all'ennesima affiliazione poco consistente. Ma la gente si è accorta in brevissimo tempo della grande sostanza che c'è dietro questo progetto, della qualità che offriamo. Penso che lo staff sia un nostro primo punto di forza, conosco bene i nostri istruttori essendo io anche responsabile della didattica nell'attività di base, e so bene quale sia il livello di ciascuno di loro. E oltre a questo penso al rapporto diretto che c'è con l'Accademia Frosinone, un collegamento costante, che ci mette in condizione di offrir ai nostri bambini competenza ed esperienze veramente importanti”. In conclusione, il mister rivolge un messaggio per i suoi ragazzi dell'Under 14: “Loro lo sanno, sono molto orgoglioso di loro, della voglia che hanno messo nel migliorarsi in questa stagione, della loro dedizione e predisposizione nei confronti del lavoro. Mi sento fortunato ad allenarli e mi mancano tantissimo. Spero di rivederli presto sul campo, anche solo, magari per svolgere dei lavori individuali: sarebbe già tantissimo per me”.

La squadra


Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE