Cerca

L'intervista

Il tecnico Recchia ringrazia l'Aprilia e cerca nuove sfide

Dopo neanche un anno si separano le strade tra il mister e le Rondinelle. Ad oggi senza squadra il mister ci ha raccontato la stagione passata ed i suoi progetti futuri

10 Giugno 2020

Il tecnico Recchia ringrazia l'Aprilia e cerca nuove sfide

Si sono divise le strImage titleada tra mister Alessandro Recchia e l'Aprilia.  Dopo un'annata tortuosa sotto il punto di vista dei risultati ma che invece sotto il punto di vista del gioco espresso stava mostrando miglioramenti, le parti si sono divise di comune accordo e con stima reciproca: "nonostante fossi stato uno dei primi ad esser stato riconfermato, per motivi logistici e personali, a malincuore ho deciso di non proseguire. - continua il mister - Nonostante il breve periodo ho un'ottima considerazione dell'Aprilia e ringrazio in primis il Presidente, ma soprattutto i ragazzi che si sono semre messi a completa disposizione. Faccio un grande in bocca al lupo alla società." Collocata in un girone difficile dopo un girone di andata complicato, nella seconda parte di stagione la squadra stava tirando fuori le qualità non espresse nella prima parte di stagionin precedenza:"i ragazzi si trovavano al primo anno di agonistica e sapevamo che ci sarebbe stato molto da lavorare. Dopo un girone di andata dove abbiamo subito anche sconfitte importanti, nel girone di ritorno abbiamo migliorato il gioco espresso e le sconfitte che prima erano di spessore si sono trasformate in partite tirate dove delle volte siamo stati anche sfortunati. Abbiamo chiuso con una vittoria per 6-1 nello scontro diretto con l'Atletico Fiuggi. Sicuramente questo risultato sarebbe stato propedeutico per il proseguio del campionato". Con uno sguardo al futuro il mister si proietta alla guida di una nuova squadra, in una società con il quale si possa intraprendere un progetto importante: "Per il momento non ho ricevuto nessuna offerta, ma sono aperto a tutto. E' importante lavorare con una società che cerchi il giusto mix tra risultati e crescita dei ragazzi,voglio ripartire con un grande progetto. Negli ultimi due anni ho allenato nella categoria under 14 elite, ma nella mia carriera ho sempre allenato juniores nazionali ed elite. Come ho detto in precedenza sono aperto a tutto, vediamo cosa succederà".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE