Cerca

L'Intervista

Ostiamare, parla Mattei: "Vedo la squadra in crescita"

Il tecnico biancoviola parla dell'avvio di stagione, del gruppo a sua disposizione e del lavoro svolto fino ad ora con i ragazzi

29 Ottobre 2020

Ostiamare, parla Mattei: "Vedo la squadra in crescita"

Valerio Mattei, tecnico dell'Ostiamare ©Ostiamare/FB

In queste prime tre giornate, l'Ostiamare si è vista rinviare due partite ed è scesa in campo solo nel secondo turno, dove è uscita sconfitta per 4-1 dalla difficile trasferta sul campo della Romulea. I segnali positivi non sono comunque mancati, come confermano le parole del tecnico biancoviola Valerio Mattei: "Secondo me i ragazzi si sono espressi bene e gli episodi hanno fatto sì che loro la portassero a casa, sicuramente la sconfitta ci poteva stare ma magari il punteggio è stato troppo severo. La prestazione comunque c'è stata, nonostante qualche assenza, ed i ragazzi il loro l'hanno fatto. Bisogna considerare comunque che si trattasse dell'esordio in Agonistica, dunque anche il fattore emozionale ha inciso. Dobbiamo migliorare sotto diversi aspetti, ma non ho nulla da recriminare alla mia squadra". L'allenatore lidense passa poi a parlare del gruppo a sua disposizione e del lavoro svolto con la squadra fino ad ora: "I ragazzi sono sempre presenti e le assenze agli allenamenti sono pochissime. Secondo me c'è stata una grande crescita da quando siamo partiti il 24 agosto e vedo che i ragazzi sbagliano sempre di meno. I miglioramenti ci sono stati nelle proporzioni di ognuno di loro, perché chiaramente c'è qualcuno di che è già più pronto. Il gruppo è unito, anche perché gran parte di loro erano già qui dalla Scuola Calcio, poi i nuovi arrivi si sono inseriti al meglio. Io e tutto il mio staff lavoriamo molto sulla coesione del gruppo, in quanto è un aspetto fondamentale per raggiungere poi anche buoni risultati sul campo". Per concludere, Mattei dice la sua sul nuovo stop al calcio regionale deciso dal Governo: "Secondo me il problema viene presentato come più grosso di quello che sia, bloccare rende molto difficile la conclusione dei campionati e non è sicuro che, chiudendo tutto, si risolvi il problema. Ovviamente non siamo noi a dover prendere le decisioni però, quindi non ci resta che sperare di poter tornare in campo il più presto possibile, a praticare la nostra passione".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni

Dalle altre sezioni