Cerca

L'Intervista

Ottavia, Girini: "Dobbiamo adeguarci alla situazione"

Il tecnico biancazzurro parla dello stop ai campionati, degli allenamenti nel rispetto delle direttive e del lavoro svolto con la squadra fino ad ora

04 Novembre 2020

Ottavia, Girini: "Dobbiamo adeguarci alla situazione"

Emanuele Girini, tecnico dell'Ottavia ©SSD Ottavia 1978

Il calcio regionale ha da poco superato il primo weekend senza campionati, dopo il nuovo stop arrivato proprio la scorsa settimana. Queste le impressioni di Emanuele Girini, tecnico dell'Ottavia, sul momento particolare che sta attraversando il movimento: "Diciamo che ci dobbiamo adeguare alla situazione. Naturalmente non ci fa piacere, ma una cosa importante è che almeno i ragazzi possano continuare ad allenarsi anche se in maniera individuale e senza contatti. Questo è importante per evitare che si chiudano in casa davanti a tv e videogiochi o che vadano in giro senza il controllo degli adulti". L'allenatore biancazzurro ci racconta poi di come stanno andando le nuove metodologie di allenamento, nel pieno rispetto delle direttive: "Io venendo dalla Scuola Calcio mi sono in pratica trovato a tornare indietro, riproponendo esercizi tipici del settore di base. Si fa chiaramente tanta tecnica individuale e, cercando di vedere il bicchiere mezzo pieno, tornare a lavorare tanto su quest'aspetto è importante visto che magari in condizioni normali c'è poco tempo per farlo. Poi, insieme a tutto lo staff, cerchiamo di inserire sempre della competitività nelle varie esercitazioni, per stimolare maggiormente i ragazzi". Per chiudere, Girini si esprime sul gruppo a sua disposizione e sul lavoro svolto fino ad ora con la squadra: "Noi siamo partiti quasi da zero perché avevamo pochi ragazzi provenienti dalla nostra Scuola Calcio. Ci abbiamo messo dunque un po’ di tempo a carburare, ma dall'inizio ho visto tanti miglioramenti. Abbiamo giocato solo una partita in campionato, all'esordio contro il Savio dove abbiamo perso ma comunque sono arrivati diversi segnali positivi ed ero ottimista per il futuro, poi però è arrivato questo stop. La cosa che mi fa piacere è che vedo il gruppo sempre più coeso, i ragazzi si impegnano ed hanno tanta voglia di lavorare, con la partecipazione che è sempre alta anche in questo momento particolare".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni

Dalle altre sezioni