Cerca

l'evento

Trofeo GE.SI.S. ci siamo: presentata nella sede della Regione Lazio la kermesse

Tutto pronto per la terza edizione della manifestazione, dedicata alla categoria Under 14 e che andrà in scena dal 15 al 27 giugno

11 Giugno 2021

Trofeo GE.SI.S.

Trofeo GE.SI.S., uno scatto dalla presentazione (Foto ©GazReg)

Si è svolta nella prestigiosa cornice della Sala Tevere nella sede della Regione Lazio la presentazione della terza edizione del Trofeo GE.SI.S. Rowe, a sostegno della Fondazione Bambino Gesù onlus e dedicato alla categoria Under 14, che avrà luogo dal 15 al 27 giugno. Una manifestazione che, come si è potuto evincere dagli interventi delle illustri personalità presenti alla conferenza, farà dell'inclusione, della solidarietà, dell'accoglienza e del sano sport i suoi punti cardine. Il primo intervento è quello del Vicepresidente della Regione Lazio On. Daniele Leodori: "Già in altre edizione abbiamo presentato qui questa manifestazione che unisce sport e solidarietà. Ci fa molto piacere ed oggi più che mai è importante l'unione con il Bambino Gesù, una vicinanza che va sottolineata con la giusta rilevanza. In una società egoista questo torneo è un forte segnale di solidarietà che le Istituzioni devono seguire". Fanno eco le parole di Roberto Tavani, delegato allo sport per la Regione Lazio: "Abbiamo cercato di dimostrare vicinanza al settore sportivo. C'è stato un enorme sforzo della giunta Zingaretti per l'emissione dei ristori e tramite anche il viatico dell'Asilo Savoia abbiamo gestito oltre 15 milioni. Qui oggi ci sono tanti club insieme in modo costruttivo, uniti per far risorgere lo sport, che nel Lazio è radicatissimo sul territorio. Il valore della solidarietà è fondamentale: i ragazzi finalmente si divertiranno e torneranno a vivere tramite la forza dello sport. Faremo tante iniziative insieme al Bambin Gesù, con cui la sinergia è sempre più forte, grazie anche all'ingente lavoro del GE.SI.S., interlocutore preziosissimo durante la pandemia". Tocca in seguito a Svetlana Celli, vicepresidente della commissione sport di Roma Capitale: "Il primo grazie va alla Regione Lazio per l'incredibile impegno nella campagna vaccinale, che sta avendo risultati strepitosi. Un altro ringraziamento va poi al GE.SI.S. per il suo operato, ricordo che da anni è sempre stato vicino a tanti club riguardo gli impianti, pronto a raccontare vissuti di numerose realtà per costruire e non per distruggere. Oggi vedo tanto società ed anche la Fondazione Bambino Gesù pronte a fare attività sportiva e di vita grazie a questo torneo. Ricordo infine Massimo Romagnoli, compianto presidente della Spes Artiglio, che diceva sempre che 'Roma deve essere una città aperta allo sport, non l'ultimo punto nell'agenda delle Istituzioni': perché lo sport è un antivirus, cambia la vita in meglio e regala sogni. Grazie a tutti coloro che aiutano i ragazzi a crescere come cittadini migliori". La palla poi al responsabile delle attività federali del SGS FIGC Maurizio Margutta: "Porto i saluti di Tisci e Pascucci e ci teniamo, come SGS della Federazione, a ringraziare la Regione Lazio, perché mai come nell'ultimo periodo c'è stata vicinanza e coordinazione. La Federazione sta cavalcando le nuove dinamiche di calcio giovanile dettate dall'Europa, sotto il vigile occhio della UEFA, per dare tante opportunità a tutti". Seguono le dichiarazioni del presidente del GE.SI.S. e dell'Ostiamare Luigi Lardone: "Abbiamo insistito per programmare questo evento e devo dire grazie a Daniele Laureti. Questo torneo è sinonimo di ripartenza dopo oltre un anno soporifero, con il calcio fermo ed i ragazzi chiusi in casa: noi vogliamo essere protagonisti di ripartenza e solidarietà, due valori per noi fondamentali". Infine l'intervento di Silvia Crotali, rappresentante della Fondazione Bambino Gesù: "Questo bellissimo torneo mi ha fatto conoscere realtà stupende, che hanno sempre risposto bene all'invito a sostenerci. Oggi la nostra proposta è verso il concetto di accoglienza: il nostro ospedale non si è fermato durante il Covid ed ha accolto centinaia di migliaia di persone, pazienti e famiglie. Purtroppo alcune patologie necessitano di lunghissimi ricoveri, passare mesi in ospedale è dura: so che generosamente risponderete nuovamente al nostro invito". Per ultime le parole di Daniele Laureti, vicepresidente GE.SI.S.: "I club hanno un'importanza grandissima: noi abbiamo raggiunto certi risultati grazie alla credibilità e al sostegno delle società, siamo cresciuti insieme con la fiducia dei club. È fondamentale che loro abbiamo una casa, un centro sportivo dove programmare e portare avanti l'attività. Lo sport ha un ruolo cruciale sul territorio e noi saremo sempre al fianco di queste realtà". Di seguito il calendario della prima fase del torneo, che sarà itinerante e giocato su più campi:

GIRONE A (campo Tor Sapienza, via degli Alberini)

Atletico Torrenova - Giardinetti 15/6 ore 17:30
Ponte di Nona - Sporting San Cesareo 15/6 ore 19:30
Tor Sapienza - Savio 17/6 ore 17:30
Atletico 2000 - Cinecittà Bettini 17/6 ore 19:30

GIRONE B (campo Artiglio, via Boemondo)

Ostiamare - Spes Artiglio 15/6 ore 17:30
Monterosi - COR 15/6 ore 19:30
Pomezia - Montespaccato Savoia 17/6 ore 17:30
Dabliu - Ottavia 17/6 ore 19:30

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni

Dalle altre sezioni