Cerca

l'intervista

Urbetevere, Cicchetti: "Spero di vedere animi più pacati, da parte di tutti"

Le parole del tecnico gialloblù: dal legame con il gruppo 2008 alle sensazioni in vista del prossimo campionato

03 Settembre 2021

Urbetevere Cicchetti

Urbetevere, Valerio Cicchetti (Foto ©Cippitelli)

Valerio Cicchetti torna alla guida della "sua" Under 14 Elite. L’Urbetevere mette in banca la classe 2008 ed il tecnico esprime le sue sensazioni in vista del prossimo campionato: "Sono molto contento di tornare in campo e lo dico pensando soprattutto ai ragazzi, che ne hanno davvero bisogno e che vivono il campo come una passione enorme, interrotta bruscamente ormai da un anno e mezzo a causa della pandemia - esordisce - Loro affrontano spesso diverse problematiche tra scuola, famiglia e amicizie e quindi se viene a mancare anche la parte di sfogo, quella ludica e più bella per loro, allora diventa complicato. Per me aver portato avanti l’attività a singhiozzo nell’ultimo anno è mezzo è stato il vero problema, quindi in primis il mio augurio è quello di riuscire ad avere una stagione serena e normale". Quella che partirà ad ottobre sarà forse la competizione meno semplice degli ultimi anni: "Già l’Under 14 è una categoria difficile di per sé, essendoci per i giovani giocatori il salto dalla scuola calcio all’agonistica: quest’anno ancor di più sarà la più tosta, perché i 2008 affrontano un vero salto triplo, troveranno moltissimi cambiamenti e non hanno avuto il minimo approccio al calcio a 11 - spiega l Difficoltà quindi ce ne saranno, tante e per tutti, e spero solo che i ragazzi abbiano modo di vivere quest’annata nella maniera più normale e tranquilla possibile". Poi un passaggio importante: "Spero che, in generale, gli animi di tutti siano più pacati e che ciò che abbiamo dovuto affrontare nei mesi passati abbia davvero fatto riflettere la gente - rimarca l’allenatore gialloblù - Purtroppo l’esasperazione fa parte di questo panorama e per me è deleteria: mi auguro che ci sia più rispetto, dentro e fuori dal campo. Mi piacerebbe vedere animi più distesi e pensieri positivi, rivolti solo ai ragazzi. Ma per davvero, non per finta come spesso si vede nonostante i proclami". Infine qualche battuta sulle qualità del gruppo: "Si è subito creata una forte empatia tra me, il mio staff e la squadra, che è molto forte, come sempre per l’Urbetevere - chiude Cicchetti - Sono ragazzi già abituati a lavorare in maniera più matura rispetto alla loro età, merito di come abbiamo lavorato in attività di base. Il blasone della società ci impone di raggiungere grandi traguardi e quindi lavoreremo quotidianamente per questo obiettivo".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE