Cerca

FOCUS

Roma e Lazio sono ancora le favorite per la vittoria finale?

Nel torneo Under 14 giallorossi e biancocelesti al momento rincorrono le dilettanti

24 Novembre 2021

Roma - Lazio Under 14

Un'immagine della sfida tra Roma e Lazio Under 14 nel campionato Pro (Foto ©DeCesaris)

Da tanti anni a questa parte quando si parla di Under 14 d’Elite, prima chiamati Giovanissimi Fascia B e prima ancora Coppa Lazio, le due formazioni professioniste sono state, da sempre, le favorite d’obbligo per la vittoria finale. Roma e Lazio, infatti, l’hanno sempre fatta da padroni anche se, in questo caso, sono stati quasi sempre i giallorossi a prendersi la ribalta, soprattutto tra il 2010 (quando i giallorossi di Baroni con Di Livio in campo superarono i biancocelesti di Rivetta con Germoni, Rossi e Montecchiari sul terreno di gioco), ed il 2018, prima della vittoria per tre a zero della formazione di Rocchi (con Bianchessi responsabile del Settore Giovanile) nell’ultima stagione regolare pre Covid. Il campionato che è appena iniziato, però, dopo due mesi ha iniziato ad emettere dei verdetti che possono far pensare ad un cambio. Nell’Under 14 Elite, infatti, né i giallorossi né i biancocelesti al momento sembrano essere le formazioni più forti. Nel Girone A, infatti, la Lazio di Ruggeri che comunque sta facendo un buon campionato, ha accusato almeno tre passi falsi. Tra le mura amiche, infatti, ha dovuto pagar pegno, come del resto tutti fino ad ora, al Grifone di Cernera, che è passato per due reti a zero e che comanda la classifica con 24 punti, ben 7 in più degli aquilotti. Oltre a questa sconfitta, i pareggi arrivati con l’Ottavia (con la Lazio in vantaggio fino all’ultimo minuto) e con la Vigor (dove invece è stata la rete di Noto in extremis ad evitare il peggio), hanno costretto la Lazio ad inseguire. La compagine laziale è forte, e probabilmente arriverà in fondo come gli è accaduto nelle ultime stagioni, ma al momento non può godere, come in passato, dell’appellativo di grande favorita nel suo girone. Discorso simile per la Roma di Scala. I giallorossi sono da sempre la candidata numero uno al titolo in questa categoria con le tante vittorie messe insieme negli ultimi dieci anni (solo Lazio e Urbetevere in grado di spezzare questa egemonia in due occasioni). Nel girone B, però, non c’è vita facile. Urbetevere e N. Tor Tre Teste, rispettivamente prima e seconda con 24 e 21 punti in classifica, al momento sembrano aver dimostrato qualcosa di più. Pesano, nell’economia della classifica, i due passi falsi compiuti dai giallorossi sul campo del Centro Sportivo Primavera e del Città di Ciampino. In casa dei pontini, infatti, è arrivata l’unica sconfitta stagionale, per due a uno, mentre al Superga la doppietta di De Fraia ha costretto i giallorossi al pareggio e a rincorrere in graduatoria. Anche in questo caso, due mesi di campionato non possono essere una valutazione completa, ma quel che è certo è che, rispetto al passato, le due professioniste per eccellenza non sembrano più essere invincibili e sicure di giocarsi il titolo in una finale già scritta. Un particolare questo da non sottovalutare, che rende ancora più interessante un torneo da sempre fucina di futuri talenti.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni