Cerca

provinciali

Alba Roma, Campanile: "Con il nostro modello trasmettiamo la cultura del lavoro"

Parola all'allenatore dei 2008, uno dei volti nuovi della società biancoverde con il quale è stato sviluppato il modello Alba Roma

18 Dicembre 2021

Walter Campanile

Walter Campanile, tecnico dell'Alba Roma

Un buon inizio di stagione quello dell'Alba Roma. Il gruppo allenato da Walter Campanile è alla sua prima esperienza in un torneo agonistico ed i frutti del lavoro del tecnico, dello staff e della società si iniziano a vedere. Adesso c'è un periodo di sosta, per fortuna legata solo a dettagli del calendario, ma i biancoverdi saranno pronti a ripartire. Proprio dalla sosta, questa sì forzata, dei classe 2008 che è arrivata nella scorsa stagione, inizia l'analisi del mister. "Perdere quasi due anni di attività sportiva è stato, e sarà, un problema per tutte le categorie. Ognuno a suo modo ha interrotto bruscamente un percorso di crescita sportiva ed umano. I 2008 non hanno avuto la possibilità di consolidare gli insegnamenti tecnici degli ultimi anni della scuola calcio, ma soprattutto non hanno potuto sviluppare quella mobilità e quella coordinazione associata allo sviluppo fisico.
Per questo motivo abbiamo deciso di fare un passo indietro e permettere a questi ragazzi di fortificare l’area tecnica, fisico-motoria, ma soprattutto psicologica mettendo in secondo piano altri obiettivi. Fino ad oggi ogni ragazzo ha dato il massimo e ringrazio tutti per questo, ma il messaggio che stiamo trasmettendo con tutto lo staff è che dobbiamo recuperare il tempo perso e quindi dobbiamo lavorare duramente. La cultura del lavoro viene prima di tutto". Una cultura che in casa biancoverde si sta sviluppando secondo il modello Alba "Che nasce - prosegue - con lo scopo di curare il singolo giocatore ed accompagnarlo nella sua crescita sportiva ed umana. Attraverso questo possiamo avremo la possibilità di formare gruppi che possano soddisfare gli obiettivi societari. Sono molto soddisfatto del lavoro svolto da tutto il settore agonistico e dalla scuola calcio. Ancora dobbiamo perfezionarci, ma c’è grande voglia e passione da parte di tutti e sfrutteremo anche questa pausa natalizia per fare degli incontri tecnici ed affinare il nostro lavoro" Lavoro che passa poi ogni settimana sul campo "Abbiamo centrato 3 vittorie e subito 3 sconfitte, ma leggere questo dato in modo freddo non è possibile. Tra infortuni, quarantene ed assenze varie non siamo mai riusciti ad avere una continuità di formazione, ma sono molto soddisfatto comunque perché anche nelle sconfitte i ragazzi hanno comunque fornito prestazioni importanti. Sottolineo che abbiamo perso 2-1 contro la prima e contro la seconda in classifica e forse non siamo stati neanche molto fortunati. Potevamo probabilmente raccogliere qualche altro punto. Per i prossimi mesi ci concentreremo sempre sugli aspetti tecnici individuali per continuare il percorso di sviluppo di ogni giovane calciatore. L’obiettivo è quello di formare il gruppo del prossimo anno attraverso la crescita dei singoli". Una crescita che verrà affinata anche in questo periodo senza partite "Continueremo a trasmettere la cultura del lavoro, anche durante la sosta. A tal proposito ringrazio tutto lo staff per la passione e la professionalità messa in campo per far crescere questi ragazzi, ma anche le famiglie per la loro disponibilità a seguire un percorso di crescita insieme a tutti noi. Colgo l’occasione per augurare buone feste a tutti".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE