Cerca

FOCUS

Urbetevere, numeri da record per un girone d'andata praticamente perfetto

La formazione di Cicchetti comanda il Girone B con 12 vittorie e un pareggio in 13 giornate

18 Gennaio 2022

Valerio Cicchetti, tecnico dell'Urbetevere Under 14 (Foto ©Photosportroma))

Valerio Cicchetti, tecnico dell'Urbetevere Under 14 (Foto ©Photosportroma))

Una squadra sola al comando. L’Urbetevere di Valerio Cicchetti ha chiuso il girone di andata con un cammino praticamente perfetto. Difficile, forse impossibile, immaginarsi un percorso migliore di quello fatto vedere dai gialloblù che hanno chiuso nel Girone B con 37 punti in 13 partite, vantando 4 lunghezze di vantaggio sulla Tor Tre Teste e ben nove sulla Roma, che però deve ancora recuperare una partita. Un solo pareggio fino ad ora, conquistato sul campo della Polisportiva Carso prima della sosta natalizia, poi una serie infinita di ottimi risultati con goleade e vittorie pesanti come macigni, come quelle ottenute contro le dirette concorrenti. L’Urbetevere di Cicchetti vanta il secondo attacco del girone, con la bellezza di 53 gol fatti (media oltre le 4 reti a partita), e solo dodici subite, a testimonianza della bontà e della qualità della rosa a disposizione del tecnico. L’avvio è stata prorompente, ma è stata probabilmente l’affermazione in casa della Tor Tre Teste la gara che ha fatto capire, se mai ce ne fosse ancora bisogno, che ci si trovava di fronte ad una squadra in grado di fare davvero la differenza. La vittoria per due a uno al Di Bisceglia, unita a quella conseguita in casa contro la Roma, ha dato certezze e convinzioni ad un team che sembra avere tutto per dire la sua fino alla fine. Il 4-3-3 si Cicchetti ha esaltato alcuni singoli, come ad esempio Vedda, centrocampista di qualità dal gol facile (13 in campionato) ma in grado anche di ricoprire con successo il ruolo di attaccante, e Puggioni, che soprattutto nella prima parte del girone di andata ha spesso deciso le partite con i suoi gol (11 centri). Oltre a loro impossibile non citare Flavio Di Marzio, difensore centrale e capitano della squadra, prelevato a fine 2021 dalla Lazio, a testimonianza della qualità del lavoro svolto dalla società di via della Pisana. Vincere non sarà facile, ma indubbiamente l’Urbetevere sembra avere una marcia in più, in aggiunta al fatto di avere come tecnico un mister come Valerio Cicchetti che ormai conosce a memoria questa categoria, i pregi e i difetti di ragazzi di 14 anni al primo vero campionato importante dopo la scuola calcio. A febbraio si ripartirà, e l’undici gialloblù si candida ad un ruolo da sicuro protagonista fino alle finali.  

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE