Cerca

provinciali

Frascati, bomber Valerio: "Studio Immobile, puntiamo ai primi 3 posti"

L'attaccante dei castellani è andato a segno nell'ultimo match giocato in stagione, portando a 3 il bottino stagionale

21 Gennaio 2022

Giampaolo Valerio

Giampaolo Valerio, attaccante del Frascati

Il Frascati è in attesa di riprendere a giocare gare ufficiali. Dopo aver aperto il 2022 col botto battendo nel recupero dell’Epifania lo Sporting San Cesareo (imbattuto e ancora senza reti al passivo prima del match di Frascati), i ragazzi di mister Rodolfo Gentilini non vedono l’ora di tornare in campo. A parlare dell’attesa del gruppo è l’attaccante centrale classe 2008 Valerio Giampaolo che assieme a Giordano Mellini è andato a bersaglio nella sfida del 6 gennaio. "Ci stiamo allenando nei limiti del possibile, viste le tante difficoltà del momento. La squadra ha fatto sicuramente bene nella prima parte di stagione, siamo cresciuti partita dopo partita. Ma al tempo stesso siamo convinti di poter fare ancora di più nel 2022, magari centrando un piazzamento tra le prime tre della classifica. La gara con lo Sporting San Cesareo ci ha dato ulteriore carica e probabilmente è stata la miglior partita finora. Per me è stato il terzo gol stagionale, mi trovo bene in questo gruppo". Giampaolo è tornato a farne parte proprio all’inizio di questa stagione: "Ero già stato al Frascati qualche tempo fa e ho ritrovato molti dei compagni di allora. Inoltre per me è stata una soluzione estremamente comoda e mi ha fatto piacere rientrare in una società che non ci ha mai fatto mancare nulla". Decisiva anche la presenza di mister Gentilini, al suo primo anno nel club tuscolano: "Non ero molto convinto di giocare a calcio quest’anno, ma sin dai primi allenamenti lui ha dimostrato una grande fiducia nei miei confronti. E’ una persona che sa scuoterci o trasmetterci tranquillità, a seconda dei momenti" Giampaolo parla della sua passione per questo sport: "Ho cominciato a giocare con la vecchia Gioc Cocciano Frascati, la passione me l’hanno trasmessa mio padre Abele, mio nonno Ermanno e mio zio Danilo. Sono un attaccante e sono tifoso della Lazio, quindi “studio” Immobile per capire che tipo di movimenti deve fare uno che gioca in questo ruolo".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE