Cerca

memorial Bini

Delia Bini:"Pronti ad iniziare, ma alcune società..."

Domani calcio d'inizio per la nona edizione del torneo in ricordo di Alessandro. Mamma Delia, però, auspicava una maggior collaborazione

02 Settembre 2016

Delia Bini (©Lori)

Delia Bini (©Lori)

Delia Bini (©Lori)

Domani partirà la nona edizione del MemorialBini, torneo nato per ricordare la figura di Alessandro. Dopo sette anni, per la sicurezza sui campi di calcio, anche se c'è ancora molto da fare, passi in avanti ne sono stati compiuti e questo anche grazie all'associazione nata dal volere di Claudio e Delia. Già, da fare c'è ancora molto, come confermato dalla parole della stessa DeliaBini che non ha apprezzato il comportamento di qualche società: “Ci stanno facendo passare la voglia di fare il torneo – esordisce a Gazzetta Regionale - Abbiamo presentato il calendario a giugno dicendo che se qualcuno avesse avuto bisogno di far modificare le date, noi saremmo andati incontro alle loro necessità. Li abbiamo pregati però di non farci apportare cambiamenti successivamente, ma alla fine qualcuno sembra non aver sentito il nostro monito...”. Continua Delia Bini: “C'è un altro torneo che verrà giocato il 10 e l'11 settembre, ma le società, quando accettano il nostro invito, devono essere ben convinte di partecipare. Quest'anno i campionati Elite inizieranno il 18 e e abbiamo modificato la data della finale dal 17 al 16, per rispettare le 24 ore di pausa tra una partita e un altra. Alle società sembra che non interessi nulla di tutto ciò. Un messaggio che è tutto l'opposto di quello che vuol mandare il nostro torneo che è quello della sicurezza e l'etica dello sport, ma qua a qualcuno sembra non importare il fatto di sovraccaricare i ragazzi dal punto di vista atletico: sono disposti a cambiare orario, al costo di far disputare alla loro squadre molti match ravvicinati. Come ci poniamo adesso con i club che vorranno partecipare ad altri tornei? Una squadra ci aveva già avvertito anticipatamente e abbiamo mandato le relative variazioni alla federazione senza alcun problema. Riguardo le altre due-tre, noi non apporteremo altre modifiche: il calendario rimarrà lo stesso e chi non si presenterà al campo subirà lo 0-3 a tavolino oltre che la brutta figura. Con questo torneo si vuol ricordare la sicurezza nello sport e un bambino come Alessandro che ci ha lasciato su un campo di calcio, ma qui del messaggio etico che vogliamo dare sembra non interessi niente a nessuno”.

Image title

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE